Decreto lavoro, verso un fondo da 60 milioni per le attività socioeducative per i minori. BOZZA

WhatsApp
Telegram

Iniziano a trapelare i primi contenuti della bozza del decreto lavoro, che verrà presentato domani mattina, 1 maggio, in Consiglio dei Ministri. 

La nuova bozza prevede un articolo ‘Istituzione di un Fondo per le attività socioeducative a favore dei minori: “al fine di sostenere le famiglie e facilitare la conciliazione fra vita privata e lavoro, è istituito un fondo con una dotazione di 60 milioni di euro per l’anno 2023. Si tratta di un fondo per le “attività socio-educative a favore dei minori, destinato al finanziamento di iniziative dei Comuni, da attuare anche in collaborazione con enti pubblici e privati, finalizzate al potenziamento dei centri estivi, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa che svolgono attività a favore dei minori”.

Ma non solo: le anticipazioni riportano che il governo non tasserà i fringe benefit fino a 3.000 euro per i lavoratori con figli.

“Limitatamente al periodo d’imposta 2023, in deroga a quanto previsto dal Testo unico delle imposte sui redditi non concorrono a formare il reddito il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati ai lavoratori dipendenti con figli a carico, nonché le somme erogate o rimborsate ai medesimi dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale entro il limite complessivo di euro 3.000”.

La spesa è stimata in 142 milioni di euro nel 2023 e 12 milioni per il 2024.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri