Decreto lavoro, ANP: “Maggiore tutela di alunni e personale. Apprezziamo, Valditara ha mantenuto gli impegni”

WhatsApp
Telegram

L’ANP esprime “grande apprezzamento per le innovazioni introdotte e, in particolare, per quelle relative alla maggiore tutela di alunni e personale. Do atto al ministro Valditara di avere mantenuto gli impegni a tal fine assunti, il 12 gennaio 2023, nel corso dell’incontro con le sigle sindacali tenutosi presso il ministero del Lavoro”.

Così in una nota l’Associazione nazionale presidi, commentando il decreto legge n. 48 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 4 maggio, il cosiddetto decreto lavoro.

Consideriamo della massima rilevanza qualsiasi miglioramento della prevenzione infortunistica in quanto espressione fondamentale di civiltà e progresso” aggiunge il Sindacato diretto da Antonello Giannelli.

L’ANP segnala in particolare alcune misure “di particolare interesse” contenute nel decreto lavoro:

-“L’articolo 14 dispone – modificando l’articolo 18, comma 1, lett. a) del d.lgs. 81/2008 – che la nomina del medico competente avvenga nei casi previsti dal decreto legislativo 81/2008 “e qualora richiesto dalla valutazione dei rischi”. “Si tratta di una opportuna puntualizzazione su una questione su cui, tra l’altro, si era di recente espressa la Commissione Interpelli del Ministero del Lavoro col parere 2/2023 reso in risposta a una specifica istanza formulata dall’ANP.

-L’articolo 17 istituisce un fondo appositamente dedicato ai familiari degli studenti vittime di infortuni verificatisi in occasione delle attività formative. Si tratta di una misura particolarmente apprezzabile anche se, naturalmente, speriamo che non vi si debba mai ricorrere.

Sulla figura del docente coordinatore di progettazione “purtroppo, senza nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica”. Prevede poi che, con prossimo decreto del Ministero dell’Istruzione e del Merito, siano individuate le modalità per effettuare il monitoraggio qualitativo dei PCTO, come più volte richiesto dall’ANP. Stabilisce anche un ulteriore obbligo per le imprese iscritte nel registro nazionale per l’alternanza: l’inserimento di un’apposita sezione nel DVR che preveda le specifiche misure a tutela degli studenti ospiti con i DPI adottati. Tale sezione dovrà essere obbligatoriamente comunicata alle scuole, risolvendo così una delle criticità riscontrate in passato.

-L’articolo 18 estende, per il solo 2023/24, le coperture assicurative obbligatorie INAIL per studenti e personale con riferimento al sistema nazionale di istruzione e formazione, della formazione terziaria professionalizzante e della formazione superiore. Anche questa misura è molto apprezzabile ed è stata lungamente invocata dall’ANP“.

Modifiche al PCTO, tutela assicurativa per il personale scolastico e taglio cuneo fiscale: le novità per la scuola nel decreto lavoro [TESTO IN GAZZETTA UFFICIALE]

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri