Decreto istruzione. Diventa terreno di scontro politico tra PdL e PD. Gli emendamenti FLCGIL e ANIEF

Di
WhatsApp
Telegram

red – FLCGIL interviene chiedendo modifiche a patto stabilità e cancellazione dell’articolo sulle scuole all’estero, ANIEF chiede modifiche per  Idonei, TFA, PAS, SFP in GaE, precari AFAM, Dimensionamento.

red – FLCGIL interviene chiedendo modifiche a patto stabilità e cancellazione dell’articolo sulle scuole all’estero, ANIEF chiede modifiche per  Idonei, TFA, PAS, SFP in GaE, precari AFAM, Dimensionamento.

Ieri, prima Galan, poi Brunetta, hanno svelato le intenzioni del PdL relativamente al Decreto istruzione, che ieri ha iniziato il suo percorso parlamentare.

Il percorso del Decreto non sarà facile, sono stati criticati alcuni punti, come l’aumento delle tasse per la copertura finanziaria, l’abolizione del bonus maturità e l’immissione in ruolo dei precari "senza alcuna valutazione preventiva e individuale delle loro qualità professionali", ha affermato Galan.

Su quest’ultimo punto i precari sono andati su tutte le furie. Dimentica, infatti, il Galan che all’interno delle graduatorie ci sono i docenti abilitati tramite SSIS, che sono già stati selezionati in ingresso e hanno affrontato due anni di formazione con esame finale. Ci sono pure i docenti formati tramite i corsi speciali, che hanno alle spalle anni di insegnamento.

Decreto fatto oggetto di critiche anche dalla responsabile scuola del  PdL, Elena Centemero, che, se da un lato contraddice il Galan plaudendo al piano triennale di immissioni per i precari (sebbene chieda di pensare anche ai giovani tieffini), dall’altro critica pesantemente le iniziative di salvataggio dei docenti inidonei, avanzando l’idea di utilizzare i soldi per attuare l’assunzione di giovani docenti.

Brunetta da canto suo mostra, senza veli, la volontà di trasformare il Decreto Istruzione in terreno di scontro politico per ottenere il mantenimento dell’abolizione Imu, nonché del blocco dell’aumento dell’Iva, affermando che la scuola è tema caro al PD. Non del PdL? Verrebbe da chiedergli.

Ieri, intanto, è iniziato in VII commissione cultura il dibattito sul Decreto, con la lunga illustrazione, alla presenza del Ministro Carrozza, del testo da parte di Giancarlo Galan, il presidente. Ancora nessun intervento da parte dei parlamentari, ma iniziano già a circolare i primi documenti di richiesta di modifica del testo varato dal Governo.

Così la FLCGIL chiede tre interventi.

Nel primo chiede il non assoggettamento al patto di stabilità oltre che alle aziende speciali e
istituzioni che gestiscono servizi scolastici e per l’infanzia, anche ai costi sostenuti dai Comuni per la gestione diretta delle scuole dell’infanzia e dei nidi da parte degli enti locali.

Nel secondo chiede l’abrogazione del comma 2 dell’Art 9 che prevede la possibilità da parte delle istituzioni e delle iniziative scolastiche statali italiane all’estero di reclutare, anche per le materie curriculari previste dall’ordinamento italiano, personale docente italiano o straniero, con contratto locale.

Nel terzo chiede di consentire consente il non assoggettamento al patto di stabilità anche ai costi sostenuti dai Comuni per l’edilizia scolastica.

Scarica il documento FLCGIL

Altro sindacato che ha reso pubblici gli emendamenti chiesti è l’ANIEF che chiede un intervento più ampio  relativamente ad idonei, TFA, PAS, SFP in GaE, precari AFAM, Dimensionamento

Corpose sono in particolare le richieste di intervento in tema di graduatorie ad esaurimento, esse prevedono:

  • il ripristino della giurisdizione del giudice amministrativo sulle controversie
  • la cancellazione del vincolo quinquennale per i docenti neo-assunti dal 1° settembre 2013 per le domande di assegnazione provvisoria e di trasferimento
  • la cancellazione del divieto di spostamento dei titoli dichiarati all’atto dell’aggiornamento
  • la cancellazione del depennamento dei docenti di ruolo
  • l’assorbimento della IV con la III fascia e l’inserimento nella terza fascia dei docenti inseriti nelle graduatorie di merito di cui al D.D.G. n. 82 del 24.9.12, dei docenti iscritti ai corsi di Scienze della Formazione a partire dall’a.a. 2008-2009, con riserva se non ancora laureati, dei docenti abilitati con il TFA ordinario, di tutti i docenti in possesso di abilitazione, con riserva dei docenti che conseguiranno il PAS speciale o che si iscriveranno al nuovo TFA ordinario.

Scarica il documento ANIEF

Decreto istruzione, tutto su: immissioni, sostegno dirigenti, IRC, formazione, inidonei, libri, studenti …

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur