Decreto Inclusione: ok della Commissione Cultura Camera

Sostegno

“Oggi in commissione Cultura la Camera ha espresso parere favorevole al decreto legislativo sull’inclusione scolastica messo a punto con grande dedizione dal sottosegretario al Miur Salvatore Giuliano.

Questo provvedimento, che integra e corregge il decreto legislativo n. 66 del 2017, introduce un importante cambio di prospettiva nella considerazione della disabilità in ambito scolastico e accende i riflettori sul contesto come causa di disagi e talvolta discriminazioni. Con questo approccio recepiamo e attuiamo finalmente i principi della convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità ratificata dal nostro Paese nel 2009”.
Lo afferma in una nota la deputata del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura Flora Frate, relatrice del parere espresso sullo schema di decreto legislativo.
Che aggiunge: “Ho espresso a nome del MoVimento 5 Stelle alcune osservazioni, tra cui l’esigenza di integrare la definizione di inclusione scolastica con un riferimento agli alunni con bisogni educativi speciali e alle metodologie didattiche inclusive per ogni alunno, fermo restando che le misure di sostegno si applicano esclusivamente agli alunni certificati ai sensi della legge 104/1992”.
“Abbiamo chiesto, tra l’altro, al governo di valutare la possibilità che l’Ente Locale possa integrare l’Unità di Valutazione Multidisciplinare anche con un pedagogista o altro delegato dell’ente, per assicurare che il Progetto Individuale possa contare sul contributo delle necessarie professionalità.
Chiediamo inoltre di prevedere una revisione periodica, preferibilmente triennale, delle linee guida, anche in considerazione del fatto che le conoscenze scientifiche in materia sono in continua evoluzione” conclude Frate.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia