Decreto Green pass scuola, mascherine Ffp2 per insegnanti infanzia e in classi con alunni esonerati dall’obbligo

Stampa

Con il decreto Green pass scuola approvato dal Senato ieri cambiano le regole sull’utilizzo delle mascherine da parte del personale scolastico. Al personale preposto alle attività scolastiche e didattiche nei servizi educativi per l’infanzia, nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole di ogni ordine e grado, dove sono presenti bambini e alunni esonerati dall’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, è assicurata la fornitura di mascherine di tipo FFP2 o FFP3, in ottemperanza a quanto disposto dai commi 4 e 4-bis dell’articolo 58 del D.L. 73/2021.

Così si legge nella nota di lettura sulla “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 6 agosto 2021, n. 111, recante misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti”.

Sulla fornitura di mascherine di tipo FFP2 o FFP3 al personale scolastico operante con bambini e alunni esonerati dalla mascherina – si specifica – , pur considerando gli elementi di risposta forniti nel corso dell’esame in prima lettura, va rilevato che le norme destinano ad una specifica finalizzazione, una parte, peraltro non individuata quantitativamente, delle risorse del “Fondo per l’emergenza epidemiologica da COVID-19” istituito presso il Ministero dell’istruzione dall’articolo 58, comma 4, del DL 73/2021 e senza subordinare la fornitura all’effettiva disponibilità di risorse del citato fondo, non prevedendo meccanismi volti a contenere la spesa entro determinati limiti.

Pertanto gli insegnanti della scuola dell’infanzia indossano le mascherine Ffp2 e Ffp3 così come i docenti in classi dove vi siano alunni esonerati dall’obbligo di indossare le mascherine.

Scriviamo “infanzia” perché è stata apportata una modifica nell’ultimo testo anche su questo punto.

Nel dossier si legge: obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, fatta eccezione per i bambini che frequentano i servizi educativi per l’infanzia e la scuola dell’infanzia, per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei predetti dispositivi, nonché per lo svolgimento delle attività sportive (per ulteriori deroghe rispetto a tale previsione, si veda infra).

Rispetto a quanto previsto in precedenza, si precisa ora che l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale riguarda i bambini a partire dalla scuola primaria (e non più a partire da 6 anni di età) e si introduce (anche) l’eccezione relativa allo svolgimento delle attività sportive (che in precedenza era stata comunque prevista, in generale, e non con specifico riferimento all’ambito scolastico o universitario).

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur