Decreto fiscale, emendamenti Anief: rivedere organici docenti e ATA, ridurre numero alunni per classe

WhatsApp
Telegram

È approdato alla Camera l’esame del disegno di legge n. 2426 di conversione del decreto legge n. 146 contenente misure urgenti di carattere economico e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili. Si tratta del decreto collegato alla manovra finanziaria 2022 che a breve sarà sopposto alla fiducia.

Le richieste emendative riguardano diversi temi: dalla tutela dei lavoratori fragili ai congedi parentali fino al termine dell’emergenza; dalla mobilità del personale, da attuare dal 2022 abbattendo gli attuali vincoli temporali e geografici, alla revisione delle percentuali del rapporto alunni-docenti; dal ripristino dell’organico Covid per effettuare lo sdoppiamento delle classi e permettere lo sdoppiamento, alla revisione e all’ampliamento degli organici, così da rispettare finalmente la normativa che impone 1,80-1,90 metri quadrati di spazio a studente; dal rivedere il dimensionamento scolastico alla base della sparizione nella scuola di 200mila docenti e 50mila Ata, all’ampliamento delle istituzioni scolastiche del tempo scuola, anch’esse ridotte negli ultimi 12 anni; dalla revisione del numero minimo degli alunni per mantenere in vita le scuole autonome alla possibilità da dare a docenti e Ata di fare gratuitamente e periodicamente i tamponi antigenici, fino all’assegnare loro anche quell’indennità di rischio biologico invece oggi concessa solo ad altri comparti pubblici, come quello sanitario.

Marcello Pacifico, presidente del giovane sindacato Anief, ha affermato che “bisogna rivedere gli organici sia del personale docente – specialmente su posti di sostegno – che Ata, visto che, a fronte di uno spazio per la sicurezza di 1,80-1,90 metri quadrati di spazio ad alunno, ci ritroviamo con la metà delle classi fuori norma, perché sotto i 35 metri quadrati”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur