Decreto covid, ok dal Senato con 144 voti favorevoli. Adesso testo alla Camera

Stampa

Con 144 voti a favore, 25 contrari e 3 astenuti, il Senato ha approvato la conversione in legge del decreto del 1 aprile scorso relativo all’emergenza Covid, che contiene norme in materia di vaccinazioni, giustizia e concorsi pubblici, prevedendo, tra l’altro, l’obbligo di vaccino ma anche il cosiddetto scudo penale per il personale sanitario.

Il provvedimento passa ora all’esame della Camera. Ricordiamo che per quanto riguarda la scuola, bisogna segnalare due emendamenti approvati nelle ultime ore.

Il primo prevede che chi ha conseguito la laurea in scienze religiose (LM64) potrà partecipare alle procedure concorsuali per i posti disponibili con titolo di laurea magistrale in scienze storiche (LM84), scienze filosofiche (LM78) e in antropologia culturale ed etnologia (LM01).

Reclutamento, chi ha una laurea in scienze delle religioni potrà insegnare storia e filosofia. Emendamento PD approvato

Il secondo emendamento approvato concerne i concorsi pubblici: c’è stato infatti il via libera all’emendamento presentato da Gianclaudio Bressa (Autonomie) alla norma Brunetta sui concorsi. Con l’emendamento approvato i titoli e servizi saranno valutati solo per posizioni specifiche e peseranno non oltre un terzo del punteggio.

Concorsi scuola, titoli ed esperienze valutabili solo per posizioni specifiche e peseranno non oltre un terzo sul punteggio. Emendamento approvato

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata