Decreto Aiuti bis, Anief: governo sordo. Nessuna conferma dell’organico Covid, resta incentivo per docente esperto. Sarà sciopero

WhatsApp
Telegram

“Il Senato e il Governo rimangono sordi alle proteste e ai bisogni della scuola. Passa un solo emendamento che abroga la figura del docente esperto ma rimangono nei fatti tutti gli incentivi previsti per gli 8 mila super insegnanti fra 10 anni. Nessuna conferma dell’organico aggiuntivo sebbene sposata a parole da diverse forze parlamentari e necessaria per la ripresa delle attività didattiche, né alcuna integrazione delle graduatorie dell’ultimo concorso straordinario bis a fronte di 43 mila cattedre non coperte nelle recenti immissioni in ruolo”.

E’ il commento al decreto Aiuti bis, ora all’esame dell’Aula di Palazzo Madama, di Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, che lo scorso 30 agosto era sceso in piazza per rivendicare proprio questi punti.

“Ora il giudizio – aggiunge – passa dal voto degli Italiani il prossimo 25 settembre. Come Anief abbiamo elaborato un manifesto per costruire una scuola giusta e rispondere ai bisogni già nella prossima legge di bilancio. Da oggi riprende lo stato di agitazione del personale con assemblee sindacali e uno sciopero nazionale perché i parlamentari neo-eletti rispondano ai problemi della scuola e il nuovo Governo stanzi le risorse dovute per sbloccare il contratto”.

Addio al docente esperto, resta incentivo: via libera della Commissione Bilancio del Senato all’emendamento del governo [TESTO]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur