Decreto Agosto, Governo pone fiducia al Senato. Le misure per la scuola

Stampa

Il governo ha posto la fiducia sul dl agosto, all’esame del Senato. Lo ha comunicato il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, in aula a palazzo Madama.

L’orientamento sarebbe quello di fissare l’aula sul dl Agosto oggi alle 9 e 30 con voto di fiducia a partire dalle 11.

Misure scuola

Tra le misure destinate alla scuola, il Decreto Agosto prevede uno stanziamento aggiuntivo di un miliardo per le ‘Misure per l’edilizia scolastica, per i patti di comunità e per l’adeguamento dell’attività didattica per l’anno scolastico 2020-2021′.

Si prevede che “il fondo di cui all’articolo 235 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è incrementato di 400 milioni di euro nel 2020 e di 600 milioni di euro nel 2021”.

Si prevede poi che nel corso dell’anno scolastico 2020/2021, “le istituzioni scolastiche stipulano accordi con gli enti locali contestualmente a specifici patti di comunità, di collaborazione, anche con le istituzioni culturali, sportive e del terzo settore, o ai piani di zona, opportunamente integrati, di cui all’articolo 19 della legge 8 novembre 2000, n. 328, al fine di ampliare la permanenza a scuola degli allievi, alternando attività didattica ad attività ludico-ricreativa, di approfondimento culturale, artistico, coreutico,
musicale e motorio-sportivo”.

E poi “la sostituzione del personale sin dal primo giorno di assenza. Per permettere tale sostituzione fin dal primo giorno di assenza, nelle risorse destinate per tale finalità come nel complesso incrementate, è effettuato un accantonamento pari al dieci per cento”; “allo svolgimento di prestazioni aggiuntive prestate dal personale amministrativo del Ministero dell’istruzione e delle istituzioni scolastiche impegnato nelle operazioni di avvio dell’anno scolastico 2020/2021″.

Emendamenti scuola approvati

Sono diversi gli emendamenti approvati dalla commissione Bilancio di palazzo Madama riguardanti la scuola. Primi tra tutti quelli a firma della Senatrice di LeU Loredana De Petris, Presidente del Gruppo Misto, per annullare il licenziamento organico Covid in caso di lockdown e abolire voto numerico primaria anche per valutazione intermedia.

Approvato anche un emendamento per i lavoratori fragili: l’astensione dal lavoro fino al 15 ottobre non verrà considerato malattia e si prevede lo smart working fino alla fine dell’anno.

 

Tutte le misure. Decreto

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia