Decaro (Anci): Edilizia scolastica leggera, i soldi ci sono. Pochi quelli per affitti e moduli

Stampa

I soldi da destinare agli interventi cosiddetti di “edilizia leggera” nelle scuole sono arrivati e sono sufficienti. Sono invece pochi quelli da destinare agli affitti e all’acquisto di moduli. 

Ad affermarlo è stato Antonio Decaro, presidente Anci e sindaco di Bari, in un’intervista a un quotidiano ripresa anche da Telebari.it.

Il primo cittadino del capoluogo della Puglia ha fatto chiarezza su alcune cifre. Il quadro appare rassicurante – a suo dire – per quanto riguarda i fondi destinati agli interventi meno incisivi per mettere in sicurezza le scuole già esistenti nel rispetto delle norme anti Covid. La situazione cambia però per le risorse da destinare a nuovi affitti di locali e per l’acquisto dei moduli: i fondi sono arrivati solo da due giorni e non bastano. Si tratta di 70 milioni di euro a fronti di 300 richieste.

Decaro ha fatto il punto anche sul trasporto pubblico, sottolineando che “i soldi li spendiamo noi e ci hanno promesso che ce li restituiranno nel 2021”.

Si dice ottimista per il taglio del nastro per la riapertura delle aule. “Credo che ce la faremo. E’ stata una vera corsa contro il tempo. Sindaci e presidenti di provincia hanno lavorato pancia a terra per adeguare le aule, allargandole, adattando corridoi, laboratori e vani tecnici, inserendo divisori in cartongesso. Stiamo facendo i salti mortali”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur