De Petris (LeU): il governo continua ad ingannare i precari della scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Fa molta rabbia che il Governo faccia marcia indietro sul nostro emendamento salva-precari, approvato ieri al decreto mille proroghe, che riapre le Graduatorie ad Esaurimento e avvia di fatto un piano di stabilizzazioni!

Una pessima immagine offerta al Paese, che tra l’altro denota una scarsa padronanza di una delle competenze basilari dei colleghi della maggioranza, ovvero la comprensione del testo dell’emendamento!” Lo afferma la prima firmataria della proposta, la Senatrice di Liberi e Uguali Loredana De Petris, Presidente del Gruppo Misto.

“Un atteggiamento che ‘boccia’ chi ha mantenuto la scuola, alimentando l’idea che chi finora ha retto il sistema di istruzione in realtà sia un incapace, una persona che non merita la stabilizzazione. In questo modo, continua la Sen. De Petris, si scredita e si offende l’intero sistema di istruzione”.

“Se l’intenzione di cancellare l’emendamento fosse vera, conclude la Senatrice di LeU Loredana De Petris, la maggioranza giallo-verde, nonostante gli annunci in campagna elettorale, perderebbe l’opportunità di risolvere il problema del precariato, a partire da quello delle tante maestre e maestri della primaria e dell’infanzia che dopo anni e anni di supplenze, invece di vedere realizzata la loro stabilizzazione, dovranno riiniziare daccapo dalle graduatorie d’istituto che offrono l’opportunità di lavorare solo in 15-20 istituti”.

Approvata riapertura GaE per abilitati, ma il Governo è contrario. Pittoni “è stato un errore, rimedieremo”

Versione stampabile
anief anief
soloformazione