De Magistris: “Ho sentito Azzolina, a Napoli abbiamo dati tragici sulla dispersione scolastica”

Stampa

“Ieri ho parlato con la ministra  dell’Istruzione e ci incontreremo nei prossimi giorni. Abbiamo  condiviso che non si può con troppa facilità, come fa De Luca, considerare ineluttabile la chiusura delle scuole”.

“I dati che stiamo vedendo nella città di Napoli, ma ritengo siano diffusi sicuramente anche in altre realtà del Paese, dicono che la dispersione scolastica è tragica. Abbiamo dei dati tragici”.

Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenuto a Radio Crc.

“Di fronte a questo – ha aggiunto de Magistris – non credo che ce la si possa cavare dicendo, come fanno alcuni, ‘che differenza fa, c’è la Dad’. Queste persone forse non si rendono conto che ci sono alcune categorie sociali, alcune famiglie, alcuni bambini, alcune pratiche di insegnamento che non si possono fare con la Dad. Si parla di  riprendere la ristorazione, le palestre: bene, condividiamo, ma  vogliamo cominciare a riaprire le scuole almeno gradualmente? Con la decisione del Tar di ieri si è dato un messaggio importante. Mi auguro che De Luca comprenda che esiste il diritto all’istruzione e all’uguaglianza e non vorrei che passassimo alla storia come la regione che ha provocato i più gravi danni alle persone più importanti, che sono i bambini e i ragazzi”.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione