De Luca contro Valditara: “Si chiudono 700 plessi, è intollerabile. Anche con pochi alunni bisogna tenere le scuole aperte, sono un presidio per i territori”

WhatsApp
Telegram

“Ci sono tre questioni assolutamente critiche nella legge di bilancio: su scuola, pensioni e sanità”. Così il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca durante una diretta social.

“Sulla scuola si prevede la chiusura di 700 plessi, – evidenzia il governatore – è intollerabile e non c’entra il calo della popolazione che c’è ovviamente e in particolare al Sud. Mentre per gli ospedali tu puoi decidere di chiudere i punti nascita che fanno meno di 500 parti l’anno, ma nel caso delle scuole, anche se diminuisce la popolazione studentesca vuol dire che impiegheremo i docenti per fare un’attività molto meno stressante, con meno alunni ma in ogni caso è bene tenere aperte le scuole anche con pochi alunni perché sono un presidio per i territori”.

Un secondo punto di criticità per De Luca riguarda le pensioni: “è intollerabile che quelle al di sopra dei 1600 euro non debbano più recuperare il costo della vita e avere una adeguamento legato all’inflazione che c’è stata in questi anni. Noi però ancora oggi abbiamo un inflazione di quasi 11-12 % è chiaro che questo comporta una diminuzione reale delle pensioni, a me pare intollerabile. A fronte di piccoli aumenti che a me sembrano più di propaganda”. L’ultimo punto riguarda la sanità: “La cosa più grave dal mio punto di vista riguarda la mancanza di risorse per la sanità. Il governo stanzia 2 miliardi di euro in più che sono assolutamente insufficienti” conclude.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro