De Luca all’attacco di Azzolina: “Quando io chiudevo, lei e Conte mi hanno attaccato, ma avevo ragione io”

Stampa

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una lunga intervista a Libero, torna ad attaccare il governo.

“Io sono stato per la linea della prevenzione del Covid”, afferma De Luca che poi lancia una stoccata a Conte e Azzolina: “Il governo ha scelto la linea sbagliata, della rincorsa al Covid-19. Quando io chiudevo le scuole, la ministra Azzolina e il premier mi hanno attaccato, per poi fare un mese dopo quello che avevamo fatto già in Campania. Abbiamo avuto un calvario di ordinanze e di decreti che hanno creato una situazione caotica, si sono alimentati conflitti e divisioni tra territori e categorie sociali”.

Poi da Fabio Fazio, a Che tempo che fa, De Luca aggiunge: “In Campania stiamo combattendo a mani nude e in queste condizioni abbiamo fatto un miracolo, abbiamo  prodotto risultati straordinari che meritano rispetto”.

De Luca ha ricordato che “la Campania rispetto al Veneto, che ha quasi 1 milione di abitanti in meno della Campania, ha 16mila dipendenti  della sanità in meno; rispetto all’Emilia Romagna e al Piemonte, che hanno un milione e mezzo di abitanti in meno, la Campania ha 15mila dipendenti in meno, rispetto alla Lombardia abbiamo 60mila dipendenti in meno. Stiamo combattendo a mani nude e in queste condizioni abbiamo fatto un miracolo: abbiamo raddoppiato le terapie intensive, oggi il tasso di occupazione dei posti letto è sotto il 30%, il 50% dei posti letto in ospedale sono liberi, abbiamo ancora oggi il tasso di morte Covid più basso d’Italia. Abbiamo prodotto risultati straordinari che meritano rispetto”.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!