De Cristofaro, no ad esaltazione didattica distanza. Comodato d’uso sia attuato anche per i libri di testo

Stampa

“La didattica a distanza consente di tenere un filo ma sono contrario all’esaltazione della didattica a distanza: dimentica quello che è il tratto essenziale della scuola che riguarda la socialità ed è un percorso formativo a 360 gradi, decisivo quando si parla di scuola”.

“La didattica a distanza ha reso più percepibili e comprensibili alcuni elementi sulla didattica che già c’erano: è come se non si fosse voluto vedere che negli ultimi anni 25 anni si è inceppato l’ascensore sociale. La diseguaglianza è stato un tratto evidente delle riforme di questi anni, io ho battuto molto su questo aspetto anche parlando di scuola classista”. “Il Coronavirus ha reso evidente tutto questo, lo ha messo sotto gli occhi di tutti, questa tendenza va invertita”. Lo ha detto il sottosegretario all’Istruzione, Peppe De Cristofaro, in un webinar con gli studenti. L’operazione in comodato d’uso che è stata fatta per l’acquisto dei pc e dei tablet, per il sottosegretario, deve essere fatta anche per i libri di testo, “dobbiamo fare tesoro di quanto successo, mantenendo viva la lezione imparata in questi mesi”.

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa