De Carli (PdF): Governo accolga nel decreto nostre proposte su scuole libere

Comunicato stampa – Un popolo può rinascere se educa le giovani generazioni a custodire e migliorare la terra dei padri. L’educazione è “l’aratro” e dobbiamo tutelarla in tempi di emergenza come questo.

Il rischio reale oggi è “far saltare per aria” l’intero sistema delle scuole libere in Italia. Come Popolo della Famiglia ci appelliamo, a poche ore dalla firma del nuovo decreto del governo con la presentazione delle misure economiche, perché siano inserite queste proposte di buon senso:

– A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE:
Sia garantita la titolarità dell’educazione dei figli in capo alla famiglia, da realizzare rapidamente con l’introduzione dei costi standard di sostenibilità per allievo prima che il pluralismo sia compromesso
Sia prevista per le famiglie la detraibilità integrale del costo delle rette scolastiche sostenuto nei primi 6 mesi del 2020

– A CUSTODIA DEL PLURALISMO
Estendere tutti gli ammortizzatori sociali (FIS e Cassa integrazione) pensati per le scuole statali anche alle scuole paritarie.
Siano azzerate le imposte (Ires, Irap …) 2020 per gli enti che gestiscono scuole e servizi educativi

Il mantenimento della vita democratica passa dalla tutela di una vera e compiuta libertà di scelta: la Costituzione è il terreno migliore dove praticare questo “senso di comunità” e, tra i suoi articoli, troviamo la piena titolarità dei genitori nell’educazione dei loro figli. Pratichiamola, sopratutto in tempi difficili come quelli del #coronavirus

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze