Ddl Zan, Salvini attacca: “Vogliono portare il gender nelle scuole, guai se dicono a mia figlia di 9 anni che è fluida”

WhatsApp
Telegram

Il leader della Lega, Matteo Salvini, nel corso di un’iniziativa elettorale a Sesto San Giovanni, ha parlato del DDL Zan.

“Sapete a Roma quale è stata la priorità per quello che non è più sinistra, perché Letta e il Pd non sono più di sinistra? – ha sostenuto Salvini – Non il lavoro, non la pace, ma il ddl Zan”.  Ovvero il disegno di legge contro l’omofobia che la Lega ha contribuito ad affossare con la “tagliola” in Senato nell’ottobre dello scorso anno.

“Uno a casa sua fa quello che vuole ha proseguito -, c’è un progetto anche a mia firma che prevede che se uno offende qualcun altro in base a quello che uno fa nella sua vita privata va punito”.

Da qui, poi, l’attacco: “Quelli (la sinistra, ndr) cercano di infilare in questa legge le teorie gender e l’educazione sessuale ai bambini, che invece spetta alle mamme e ai papà. Se vogliono insegnare l’educazione sessuale a mia figlia che ha nove anni e le spiegano che è fluida, te lo faccio vedere io cosa è fluido…”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur