DDL sulla diffamazione: possibilità di censura anche sui libri di scuola?

WhatsApp
Telegram

Red – Il presidente AIE (Associazione Italiana Editori), Marco Polillo, ha espresso una dura critica e preoccupazione sul disegno di legge dell’On. Sallusti sulla diffamazione, che estende l’obbligo di rettifica anche ai libri. 

Red – Il presidente AIE (Associazione Italiana Editori), Marco Polillo, ha espresso una dura critica e preoccupazione sul disegno di legge dell’On. Sallusti sulla diffamazione, che estende l’obbligo di rettifica anche ai libri. 

“Siamo davvero molto preoccupati – afferma Polillo –. Questo provvedimento getta una pesante ombra sul rispetto di un principio cardine per la società civile e democratica come la libertà di stampa e di informazione e impatta in modo significativo sulla nostra attività di editori. Queste norme costringerebbero di fatto autori ed editori a una censura preventiva e contraria ai principi di libertà democratica, chiaramente affermati anche nella nostra Costituzione. E, sia chiaro a tutti, non riguarderebbero solo i cosiddetti libri d’inchiesta ma tutta la produzione libraria, dai libri di scuola (perché non rettificare un’analisi sulla storia contemporanea?) alle enciclopedie fino alla saggistica e alla narrativa (perché non rettificare libri di mafia?).
 
Già oggi chi diffama attraverso le pagine di un libro ne risponde, come è giusto che sia. Con questo provvedimento invece chi si sente diffamato potrebbe chiedere un’immediata rettifica entro 7 giorni su due giornali, in modo illimitato e con sanzioni sproporzionate nei tempi e nei modi: questo diritto di replica, incondizionato e senza commento, per il nostro settore potrebbe essere davvero pericoloso perché non fa alcuna distinzione tra notizie vere, notizie sbagliate pubblicate in buona fede e notizie false pubblicate in malafede. Sono norme contraddittorie, sproporzionate e, diciamolo chiaramente, irragionevoli. Francamente, se passa così, facciamo prima a non pubblicare più i libri”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur