Ddl Semplificazioni, stop a più di due anni in uno a scuola, le famiglie potranno richiedere la conferma dei docenti di sostegno. Oggi il varo del provvedimento. BOZZA

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio dei Ministri, approverà nel pomeriggio, il disegno di legge Semplificazioni che include diverse misure per la scuola. Le nuove disposizioni mirano a contrastare i fenomeni distorsivi del sistema scolastico pubblico e a migliorare la qualità dell’istruzione.

Ecco un riepilogo delle misure che dovrebbero essere approvate.

Recupero anni scolastici: Gli studenti potranno recuperare al massimo due anni scolastici in uno, sostenendo gli esami di idoneità. Per il recupero di due anni, la commissione d’esame sarà presieduta da un presidente esterno.

Registro elettronico obbligatorio: Tutte le scuole paritarie dovranno dotarsi di registro elettronico per annotare le presenze degli allievi fin dall’inizio della mattinata.

Unica classe quinta collaterale per indirizzo: Le scuole paritarie potranno attivare al massimo una classe quinta collaterale per ciascun indirizzo di studi.

Corsia preferenziale per la conferma dei supplenti:

  • Precari senza specializzazione: I precari, anche senza specializzazione (inseriti in GPS con tre anni di servizio o chiamati da graduatorie incrociate), ogni anno potranno essere confermati nelle supplenze al 30 giugno, su richiesta delle famiglie.
  • Docenti con specializzazione per il sostegno: I docenti in possesso del titolo di specializzazione per il sostegno che hanno svolto una supplenza annuale o fino al 30 giugno avranno la precedenza assoluta nella conferma sul medesimo posto l’anno successivo, su richiesta delle famiglie.

Il provvedimento, che potrebbe essere inserito nel prossimo Regolamento sulle supplenze, si attua fermi restando la disponibilità del posto, il preventivo svolgimento delle operazioni relative al personale a tempo indeterminato e l’accertamento del diritto alla nomina nel contingente dei posti disponibili da parte del docente interessato.

La richiesta della conferma dell’insegnante dovrebbe arrivare dalle famiglie e il docente ha facoltà di accettare o meno la proposta.

Punteggio aggiuntivo per la continuità didattica: Il personale che assicura la continuità didattica avrà un punteggio aggiuntivo.

BOZZA [PDF]

NOTA BENE Si tratta di una bozza, pertanto è un provvedimento che può essere ancora suscettibile di variazioni.

Il Consiglio dei Ministri è convocato martedì 26 marzo 2024, alle ore 17.30, a Palazzo Chigi, per l’esame del seguente ordine del giorno:

  • SCHEMA DI DISEGNO DI LEGGE: Disposizioni per la semplificazione e la digitalizzazione dei procedimenti in materia di attività economiche e di servizi a favore dei cittadini e delle imprese (PUBBLICA AMMINISTRAZIONE);

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia