DDL Scuola. Lo staff del Preside sarà esonerato dall’insegnamento? Se sì, servono supplenti. Anche apertura estiva costa

di Lalla
ipsef

Il governo deve chiarire se lo staff del dirigente scolastico (che potrà comprendere fino al 10% dell'organico) sarà esonerato o meno dall'insegnamento. In quel caso ci sarà bisogno di supplenti con maggiori costi per lo Stato.

Il governo deve chiarire se lo staff del dirigente scolastico (che potrà comprendere fino al 10% dell'organico) sarà esonerato o meno dall'insegnamento. In quel caso ci sarà bisogno di supplenti con maggiori costi per lo Stato.

È quanto scrivono i tecnici dell'ufficio Bilancio della Camera nel dossier sulle modifiche apportare al ddl Scuola, durante l'esame in commissione Cultura. Inizialmente il testo prevedeva che il dirigente poteva essere affiancato da 3 docenti; la nuova formulazione approvata dalla commissione, ha alzato il numero complessivo dello "staff" fino a 10.

Questi docenti avranno il compito di coadiuvare il Dirigente nel supporto organizzativo e didattico dell'istituzione scolastica.

"Si rileva – si legge nel dossier – che la nuova formulazione prevede che un numero potenzialmente maggiore di docenti possa essere impegnato nello staff del dirigente scolastico. Al fine di escludere effetti finanziari negativi, appare necessario che il governo chiarisca se tali modifiche possano determinare l'esigenza di un maggior ricorso all'istituto dell'esonero, con conseguenti maggiori richieste di personale a tempo determinato per supplire alle minori ore di docenza rese"

I tecnici intervengono anche sull'apertura estiva delle scuole.

L'apertura delle scuole al termine dell'attività didattica, per la promozione di attività estive, potrebbe portare nuovi costi per lo Stato. È quanto scrivono i tecnici dell'ufficio Bilancio della Camera nel dossier sulle modifiche apportare al ddl Scuola.

Secondo i tecnici, che chiedono al governo chiarimenti sulla norma, il testo non prevede "l'obbligatorietà" dell'apertura estiva e, conseguentemente, non precisa che le attività dovranno essere con le "risorse disponibili" a legislazione vigente.

Riforma. Come funzionerà la chiamata? Dirigenti sceglieranno docenti anche senza abilitazione specifica. 10% di collaboratori

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione