DDL Scuola. Pittoni (Lega): mobilità straordinaria subito o sarà inapplicabile

di redazione
ipsef

Mario Pittoni responsabile federale Istruzione della Lega Nord  – "Hanno superato indenni la valutazione di ammissibilità i nostri emendamenti per la mobilità straordinaria, che aprirebbe spazi importanti per insegnanti espressione del territorio.

Mario Pittoni responsabile federale Istruzione della Lega Nord  – "Hanno superato indenni la valutazione di ammissibilità i nostri emendamenti per la mobilità straordinaria, che aprirebbe spazi importanti per insegnanti espressione del territorio.

Confidiamo che lunedì, alla ripresa delle votazioni sul ddl Buona scuola, il Governo dia il via libera al piano straordinario di mobilità che, per essere tale, va attivato prima che le nuove assunzioni ingessino il sistema per almeno tre anni.

Posticipare le procedure di mobilità all'anno scolastico 2016/2017, come prevede il testo attuale, renderebbe infatti il meccanismo inapplicabile per evidenti obblighi giuridici nei confronti di chi verrà assunto su base regionale il primo settembre del 2015.

A meno che non si preferisca infilarsi nell'ennesimo ginepraio di ricorsi, che inevitabilmente partirebbero contro un'impostazione la quale non offre alcuna garanzia che l'anno prossimo ci si possa spostare…".

Questo l'appello di Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord, per il quale «nella nuova situazione, avvicinare gli insegnanti al luogo d'origine non può che avere ricadute positive su efficienza e costi del servizio.

Non si porta via nulla a nessuno. Il posto attualmente occupato da un docente di ruolo verrebbe liberato con il trasferimento e usato per le nuove immissioni».

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione