DDL Scuola. Emendamenti SEL: 5 giorni di lezione per scuole superiori e ora di insegnamento italiano ad alunni in Italia da meno di 3 anni

di redazione
ipsef

Le scuole superiori effettuino 5 giorni di lezione e non 6. Lo chiede un emendamento Sel al ddl Scuola presentato in commissione Cultura alla Camera.

Le scuole superiori effettuino 5 giorni di lezione e non 6. Lo chiede un emendamento Sel al ddl Scuola presentato in commissione Cultura alla Camera.

Con la proposta si chiede che le scuole superiori di secondo grado "effettuino una programmazione su 5 giorni settimanali" invece che 6.

Questo, si legge nella relazione illustrativa dell'emendamento, "consentirebbe una riduzione delle ordinarie spese di gestione e manutenzione da parte dell'ente locale di riferimento (che potrebbe controbilanciare il maggior aumento di spesa a seguito dell'apertura pomeridiana delle scuole). Tale scelta, tra l'altro, porrebbe la scuola secondaria superiore italiana in linea con le direttive europee già in uso nei Paesi".

PER INTEGRAZIONE IMMIGRATI UN DOCENTE OGNI 25 ALUNNI

Un'ora a settimana di insegnamento lingua e cultura italiana. Un docente per ogni 5 alunni "con necessità di prima alfabetizzazione" e uno ogni 25 alunni "di recente immigrazione" (che sono in Italia da meno di 3 anni". È quanto chiede Sel con un emendamento al ddl Scuola depositato in commissione Cultura alla Camera.

Lo Stato dovrà quindi assicurare alle scuole i fondi e le risorse necessarie "per garantire agli alunni e alle alunne migranti almeno un'ora alla settimana di insegnamento della lingua e della cultura madre", aperta alla partecipazione di tutti gli alunni, e per realizzare percorsi di accoglienza, orientamento e supporto a favore delle loro famiglie.

Inoltre, con l'emendamento viene chiesto di istituire un Fondo per l'alfabetizzazione dei migranti presso il Miur per il quale dovranno essere stanziati 12 milioni di euro per il 2015 e 35 milioni a decorrere dal 2016.

SEL CHIEDE STOP POTERI DIRIGENTI PER SCELTA DOCENTI 2015/2016
 
Cancellare la norma che affida al dirigente scolastico, per l'anno scolastico 2015/2016, la scelta dei docenti da destinare all'organico dell'autonomia.
Lo chiede un emendamento Sel al ddl Scuola presentato in commissione Cultura alla Camera. 
 
ORGANICO FUNZIONALE PER OGNI ISTITUZIONE SCOLASTICA"Al fine di realizzare le esigenze didattiche, organizzative e progettuali definite nel Piano triennale, è istituito l'organico funzionale di ciascuna istituzione scolastica".

Lo chiede un emendamento Sel al ddl Scuola presentato in commissione Cultura alla Camera

Segui su OrizzonteScuola.it tutti i lavori del Parlamento sul DDL Scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare