DdL scuola. Anief: 10 motivi avviare i ricorsi

di redazione
ipsef

Per lo studio legale e legislativo del sindacato Anief ci sono 10 buoni motivi per ricorrere contro la norma se approvata dal Parlamento nell’attuale stesura.

Per lo studio legale e legislativo del sindacato Anief ci sono 10 buoni motivi per ricorrere contro la norma se approvata dal Parlamento nell’attuale stesura.

Anief comunica che nei prossimi giorni sarà possibile aderire  

  • contro la cancellazione delle graduatorie ad esaurimento e della prima fascia delle graduatorie d’istituto;

  • contro l’assunzione degli idonei dell’ultimo concorso a cattedra solo dal 2016 e previo reperimento di nuove risorse ancora da certificare;

  • contro la chiamata diretta dei presidi dagli albi territoriali;

  • contro l’obbligo di assunzione su sostegno, senza possibilità di optare per l’insegnamento curricolare, per chi è inserito nei relativi elenchi;

  • contro il blocco dei contratti TD dopo 36 mesi di lavoro da precari su posto vacante che non prevede la stabilizzazione;

  • contro le mancate assunzioni su tutti posti vacanti in organico di diritto del personale Ata, educativo, docente e di sostegno;

  • contro l’inserimento negli albi regionali per chi ha prodotto domanda di mobilità. 

Già è possibile ricorrere per la mancata stabilizzazione dopo 36 mesi di servizio su posto vacante, contro il blocco della vacanza contrattuale sostituita dal merito, il blocco delle assegnazioni provvisorie a tre anni. Se sarà eletto un consigliere, Anief ricorrerà anche contro l’accantonamento dei pareri del CSPI sulla riforma.

Vai al sito www.anief.org e registrati per info.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione