DDL riforma scuola. Diretta: i gruppi esprimono la dichiarazione di voto di fiducia. Il video della diretta e il resoconto

WhatsApp
Telegram

Oggi al senato si prevede alta tensione. il voto finale potrebbe avvenire pomeriggio o in tarda serata. Seguite la diretta con OrizzonteScuola.

Oggi al senato si prevede alta tensione. il voto finale potrebbe avvenire pomeriggio o in tarda serata. Seguite la diretta con OrizzonteScuola.

DDL riforma scuola. Approvato al Senato: quali novità? 159 voti favorevoli 112 contrari. Adesso passaggio alla Camera con fiducia e approvazione entro il 7 luglio

Ieri si è discusso fino a tardi. Alle 20 e 30 i Senatori presenti in aula erano una quarantina, la maggior parte dell'opposizione.

Oggi si è partiti presto, la maggioranza conta di portare a casa il risultato quanto prima. La prossima settimana il provvedimento potrebbe essere alla Camera per l'approvazione finale che si pensa avverrà il 7 di luglio.

La minoranza del PD, salvo colpi di scena, voterà la fiducia, dovrebbero mancare all'appello Corradino Mineo, Lucrezia Ricchiuti, Walter Tocci e Roberto Ruta. La maggioranza naviga sul filo del rasoio, appesa a 9-11 voti di margine rispetto al quorum di 161. La fiducia potrebbe passare per una manciata di voti. Movimento 5 stelle, Lega e Forza Italia hanno già affermato che voteranno la sfiducia.

AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

18.45: maxiemendamento approvato. Vai allarticolo con le novità

18.27. Fischie proteste opposizioni durante voto fiducia

Durante le chiame, in aula al Senato, per il voto di fiducia sul ddl Scuola le opposizioni e, in particolare il Movimento 5 stelle, hanno protestato durante i singoli voti dei senatori. Fischi e urla durante il voto dell'ex presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha votato sì alla fiducia.

18.24. Tocci e Mineo (minoranza PD) non hanno partecipato al voto di fiducia. Rottura con gli elettori

17.40. È iniziata, in aula al Senato, la prima chiama del voto di fiducia sul maxiemendamento al ddl Scuola.

17.39. Intato fuori si protesta

17.38. Senatore Ruta del PD, non voterà la fiducia

Secondo lui il DDL è una discriminazione tfa e PAS, si a valutazione, ma mancano criteri oggettivi e nazionali. Si a scelta dei docenti, ma solo per il potenziamento. "Nel nostro programma abbiamo scritto che vogliamo cambiare la scuola insieme agli insegnanti e non contro", ha detto Ruta in aula. "La scuola non ha bisogno di autoritarismo ma di autorevolezza", ha aggiunto

17.33. Entrano in aula un gruppo di insegnanti su invito della Lega

17.26. Puglisi (PD). Abbiamo coinvolto 2mln di italiani

Ci siamo confrontati anche in modo aspro. Dopo 9 mesi di confronto ci troviamo davanti ad una riforma diversa rispetto alle linee guida. Abbiamo ascoltato i docenti quando abbiamo eliminato l'abolizione degli scatti stipendiali. Abbiamo cambiato anche il modo di valutazione dei docenti che prima era determinata dal solo dirigente. Assumeremo 50mila insegnanti in più rispetto a quanti lavorano oggi e 60mila saranno assunti con concorso. Compatteremo la dispersione scolastica grazie a questo straordinario investimento. Il responsabile dei risultati sarà il dirigente che non sarà uno sceriffo e sui risultati sarà valutato ogni tre anni. Perché aver paura di far confluire le professionalità con le esigenze delle scuole? (fischi dei parlamentari). Per noi la riforma non finisce qui, per sanare le incomprensioni di questi mesi.

17.15 Marin (Forza Italia). Giudizio negativo sul DDL di riforma della scuola

Quarantesima fiducia che annulla il lavoro delle commissioni. 50mila docenti assunti con i vecchi metodi, perché allora il PD ha detto che le assunzioni erano legate alla riforma?

17.01 Rosetta Enza Blundo (M5S). Questa riforma è un grande bluff.

Il testo è riuscito a scontentare tutti.Il testo del DDL è povero e  non rappresentativo del mondo della scuola. Non c è nulla di democratico nè nel metodo nè nel merito. C'è solo esigenza di sgravare Stato dall'impegno economico sulla scuola pubblica. Bisognava innanzitutto diminuire il numero di alunni per classe.

Da 140mila precari siete scesi a 120mila e poi a 100mila. Questo è un bluff e nel maxiemendamento ne assumete solo 50mila. La chiamata dei dirigenti elimina la libertà di insegnamento.

16.51 Senatore Conte (AP) Positivo il bilancio di AP.

Una legge non perfetta ma che affronta criticità come il precariato. Non sono tutti i precari ad essere stabiliti, ma con il concorso ne saranno stabilizzati altri 60mila. L'organico dell'autonomia è un'importante potenzialità e permette di adattare le scuole alle esigenze dei diversi territori. Scuole aperte al territorio che con il territorio dialogano. Positivo l'aumento dei poteri ai dirigenti che consentirà di individuare le eventuali colpe dei problemi. No a vincolo di stabilità per l'edilizia scolastica.

16.37. Depetris (SEL): questa riforma è rottura col paese

"In commissione non si è voluto discutere, si sono trovati trucchi e trucchetti. Siamo abituati,  una fiducia una volta a settimana non ce la toglie nessuno. Ma questa volta avete esagerato." Ha detto la Senatrice di SEL. "La consultazione di Renzi è stata una sceneggiata e quando sono iniziate le critiche è iniziato il meccanismo ha denigrare il mondo della scuola." 

"Avete raccontato bugie sul piano assunzionale, perché potevano essere stralciate. Era necessario chiudere definitivamente il precariato degli ulitmi vent'anni e invece avete prodotto un piano assunzionale che non risponde alle esigenze vere della scuola. E costringerete i docenti a fare un nuovo concorso, dopo le selezioni già affrontate".

16.30. Zeller (Autonomie): "Diciamo sì alla fiducia. Non viene snaturato il provvedimento"

16:20  Centinaio (Lega Nord): "Chi dice sì alla fiducia è contro la Scuola" 

 "Chi dice sì alla fiducia è contro la Scuola. Non vogliamo insegnanti depressi e buttati via perchè non fanno parte della 'categoria degli amici degli amici'. Umiliate tutti così".

16.15. Al via dichiarazione di voto. Dopo la discussione generale, sono iniziate in aula al Senato le dichiarazioni di voto sulla fiducia sul ddl Scuola

Bonfrisco (Conservatori e Riformisti italiani): "Al governo interessa solo una prova di forza sulla scuola. Ignorato il parlamento e i veri protagonisti del mondo scolastico strozzando il dibattito"

16:12  Bonfrisco: "Il DdL propone contenuti deboli" 

Bonfrisco (Conservatori e Riformisti italiani): "Al governo interessa solo una prova di forza sulla scuola. Ignorato il parlamento e i veri protagonisti del mondo scolastico strozzando il dibattito"

16.04. Schifani (Ap): Riforma di centrodestra. Centemero (FI): parti sono condivisibili. Vai all'articolo

15.59. La scuola si prepara al voto radunandosi in piazza a Roma

14.28 In aula campane, fischietti e magliette di protesta. Ore 17 corteo sindacati. Vai all'articolo

12.22. limite 36 mesi supplenze parte da settembre 2016. Vai all'articolo

10.37. Il testo del Maxiemendamento al momento in esame in V Commissione bilancio

Nessuna modifica sostanziale, ad una prima analisi. Per il voto di fiducia si attende il parere della Commissione. Scarica.

10.16. In aula Senato prima chiamata per fiducia ore 16

Si attende parere commissione bilancio su maxiemendamento. La prima chiama del voto di fiducia sul maxiemendamento del governo al ddl Scuola inzierà intorno alle 16. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo secondo quanto annunciato dal presidente Pietro Grasso in aula al Senato.

La seduta è stata quindi sospesa in attesa che la commissione Bilancio si pronunci sul maxiemendamento presentato al provvedimento. Dopo il parere inizierà la discussione generale in aula (a cui sono state riservare 3 ore e 20 minuti) e a seguire le dichiarazioni di voto. 

10.11. Seduta sospesa, per la fiducia si attende il parere della commissione bilancio.

10.10. Davide Faraone su Twitter: @davidefaraone.Determinati ad approvare ddl #labuonascuola e a salvare le assunzioni insegnanti precari. Inevitabile la fiducia. @MiurSocial

10.09. Lumini su banchi M5s Senato, celebriamo suo funerale 

"Riposi in pace": è quanto hanno scritto i senatori del Movimento 5 stelle in alcuni cartelli esposti in aula al Senato mentre la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, ha posto in aula la questione di fiducia sul maxiemendamento al ddl Scuola. Per celebrare il "funerale" della scuola i 5 stelle hanno acceso in aula anche dei lumini elettrici.

09.41. Il presidente Pietro Grasso ha convocato la conferenza dei capigruppo che deciderà il 'timing' delle votazioni in aula.

La seduta riprenderà al termine della riunione. A quanto si apprende, il maxiemendamento non dovrebbe contenere ulteriori novità rispetto al testo di sintesi presentato in commissione dai relatori, Francesca Puglisi (Pd) e Franco Conte (Ap) Il testo del maxiemendamento

09.38.  Il governo pone la questione di fiducia sul maxiemendamento al ddl Scuola. Lo ha annunciato la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, intervenendo in assemblea.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur