DDL riforma. Maggioranza chiede docenti siano scelti da Consiglio Istituto no dal preside. Modifiche su apprendistato. Maggioranza apre su deleghe al Governo

di redazione
ipsef

Troppe deleghe anche per la maggioranza nel testo del DDL di riforma della scuola, possibile revisione dell'articolo 21 del DDL di riforma della scuola. La stessa maggioranza chiede di rivedere la parte che assegna ai dirigenti il potere di scegliere i docenti.

Troppe deleghe anche per la maggioranza nel testo del DDL di riforma della scuola, possibile revisione dell'articolo 21 del DDL di riforma della scuola. La stessa maggioranza chiede di rivedere la parte che assegna ai dirigenti il potere di scegliere i docenti.

MAGGIORANZA APRE A MODIFICHE ARTICOLO 21 SU DELEGHE A GOVERNO

È stata accantonata, in commissione Cultura alla Camera, la richiesta presentata da Sel per lo stralcio dal ddl Buona scuola della parte che contiene le deleghe al governo per la riforma del sistema di istruzione.

A quanto si apprende, durante la seduta è stato deciso di non porre ai voti la richiesta e di aprire un dialogo sul tema. Dunque, probabilmente – viene riferito – durante l'iter di conversione, si aprirà una riflessione su quali materie il governo non dovrà intervenire e quindi quali parti dell'articolo 21 cancellare.

La maggioranza ha aperto ad alcune modifiche, ma che non stravolgano il testo.

IPOTESI MODIFICA APPRENDISTATO. PER STUDENTI OVER 16

 Prevedere che il contratto di apprendistato possa essere stipulato per gli studenti del terzo anno di superiori e, dunque, che abbiano compiuto almeno 16 anni.

È questa una delle richieste di alcuni deputati del Pd che potrebbe essere presentata con un emendamento al ddl Buona scuola, in esame alla Camera. Il disegno di legge, al momento, prevede una particolare alternanza scuola-lavoro, in forma di apprendistato: gli studenti a partire dal secondo anno "dei percorsi di istruzione secondaria di secondo grado" possono svolgere periodi di formazione in azienda "attraverso la stipulazione di contratti di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale".

La criticità che sollevano alcuni deputati Pd è ricondotta nell'età degli studenti interessati, che avrebbero 15 anni a fronte dell'obbligo scolastico previsto fino a 16 anni.

MAGGIORANZA CHIEDE PIÙ COLLEGIALITÀ SU SCELTA DOCENTI

EMENDAMENTI SU POTERI DIRIGENTI SCOLASTICI. Gran parte dei deputati della maggioranza, in commissione Cultura alla Camera, chiede la modifica della norma del ddl Scuola che attribuisce ai dirigenti scolastici maggiori poteri. È quanto riferiscono fonti parlamentari.

In particolare, nella scelta dei docenti viene chiesta una "maggiore collegialità".

"Tutti abbiamo chiesto – riferisce una deputata – più collegialità e condivisione per quanto riguarda le funzioni che vengono assegnate ai dirigenti".

Tra le ipotesi di modifica, che saranno presentate, quella che prevederà un termine più stringente per affidare anche al consiglio d'istituto la scelta dei professori.

Tutto sulla Buona scuola

I lavori parlamentari in tempo reale

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione