DDL riforma. Grasso, la fiducia al maxiemendamento direttamente in aula viola il regolamento

WhatsApp
Telegram

Arriva il primo avvertimento dal Senatore Grasso a Renzi sulla fiducia al maxiemendamento per le modifiche alla riforma della scuola. La querelle riguarda il regolamento.

Arriva il primo avvertimento dal Senatore Grasso a Renzi sulla fiducia al maxiemendamento per le modifiche alla riforma della scuola. La querelle riguarda il regolamento.

Infatti, ricordiamo che la riforma della scuola, proprio per consentire alla maggioranza di poter bocciare il maggior numero di emendamenti dell'opposizione, è stata legata alla legge di stabilità.

Questo pone dei limiti alla possibilità di mettere la fiducia direttamente in aula. Infatti, ricorda il Presidente del Senato Grasso, senza entrare nel merito dell'eventuale scelta della fiducia, segnala che il ddl scuola è stato approvato alla Camera come collegato alla legge di bilancio. E per questa ragione, in base all'articolo 126 bis 2 quinquies del regolamento del Senato, il maxiemendamento del governo non potrà arrivare direttamente in Aula, ma dovrà essere presentato prima in commissione e necessiterà del parere della Bilancio. Alla segnalazione fonti Pd rispondono però che "i senatori democrat conoscono il regolamento e non hanno bisogno di suggerimenti".

DDL riforma scuola. Forse fiducia giovedì, anticipiamo le modifiche. Renzi: senza riforma niente assunzioni

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur