Dati Ocse: In Cina, studenti migliori e la scuola è ascensore sociale

WhatsApp
Telegram

Il sistema scolastico va rivisto. E questa volta il monito non riguarda solo l’Italia, ma anche i paesi che hanno investito nella formazione.

A sostenerlo è il segretario generale dell’OCSE, Angel Gurria, rammaricato che gli studenti con gli occhi a mandorla siano risultati migliori al mondo in matematica, scienze e persino lettura e comprensione dei testi.

Se dunque i dati Ocse Pisa poco brillanti degli studenti italiani possono essere imputati a un investimento scarso nel sistema istruzione, la stessa accusa non può essere rivolta ai paesi che nonostante abbiano puntando nella formazione, non hanno fatto registrare risultati migliori.

Un altro dato significativo e di grande differenza soprattutto con la situazione italiana è legato al famoso ascensore sociale che sembra funzionare molto bene soprattutto nelle quattro province del Sol Levante prese in considerazione. Come riferisce anche il Corriere.it, il 10% degli studenti cinesi più svantaggiati ha riportato nella lettura risultati migliori rispetto alla media.

Anche se si esaminano i risultati in scienze e matematica dei ragazzi provenienti dalle quattro province cinesi di Pechino, Shanghai, Jiangsu e Zhejiang, risulta che hanno ottenuto risultati ben più alti della media. Eppure, la maggior parte delle famiglie in queste aree “vive con possibilità inferiori rispetto alla media internazionale. Circa 1 studente su 6 (16,5%) a Pechino, Shanghai, Jiangsu e Zhejiang (Cina) e 1 su 7 a Singapore (13,8%), hanno raggiunto i massimi livelli in matematica. Un dato che è pari solo al 2,4% nei paesi OCSE“.

Se consideriamo il fatto che quelle quattro province cinesi hanno un reddito medio procapite molto inferiore alla media Ocse – ha scritto Gurria nella nota allegata ai dati – è deludente che la maggior parte dei Paesi membri dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico non abbia fatto registrare alcun sostanziale miglioramento rispetto alla prima rilevazione PISA del 2000“.

L’unico elemento che accomuna gli studenti cinesi a quelli degli altri loro coetanei è – purtroppo – il dato sul divario genere, con le studentesse risultate meno performative in matematica, scienze e lettura rispetto ai loro compagni dell’altro sesso.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito