Data storytelling e processi partecipativi. Webinar gratuito di Fondazione Golinelli con Angela Morelli

Stampa

Martedì 11 maggio Fondazione Golinelli e il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Bologna organizzano un incontro gratuito per insegnanti sul tema dello storytelling di dati scientifici e dei possibili processi partecipativi collegati. Un’occasione per riflettere insieme su come l’educazione STEM possa favorire azioni trasformative personali, sociali, organizzative, in ottica sostenibile.

Visualizzazioni di dati scientifici che siano rigorose e al contempo avvincenti possono svolgere un ruolo fondamentale nel rendere informazioni complesse più accessibili ad un pubblico vasto, al fine di supportare un processo decisionale informato, soprattutto quando si tratta di scelte che siano legate alla sostenibilità.

Angela Morelli, information designer, nominata Young Global Leader dal World Economic Forum, alla guida del design team per la visualizzazione di dati per i più recenti report per i policymakers pubblicati dall’IPCC, presenterà alcuni progetti in cui la visualizzazione dei dati e lo storytelling diventano uno strumento di cittadinanza attiva.

Il co-design è un modo di progettare tali visualizzazioni partendo da una comprensione profonda e condivisa tra designer, esperti, scienziati cognitivi e pubblico non solo della conoscenza e dei messaggi che si vogliono trasferire, ma anche e soprattutto dei valori e delle necessità di chi riceverà il nostro messaggio. La relatrice mostrerà come avviene la co-progettazione nell’ambito dell’information design e del data storytelling e quali sono le sfide e le difficoltà, le piccole grandi vittorie e le sorprese inaspettate.

L’incontro è realizzato nell’ambito di SEAS – Science Education for Action and Engagement towards Sustainability, il progetto europeo che, partendo dai temi della sostenibilità, promuove il ruolo della scuola come protagonista di dinamiche di cambiamento e fa dell’educazione STEM il cuore di azioni trasformative capaci di interconnettere le sfere personali, sociali, pratiche e politiche.

Programma

● Ore 15.30 – Apertura e benvenuto
Giorgia Bellentani, Program manager Formazione Insegnanti, Fondazione Golinelli

● Ore 15.35 – Parole e valori per una scuola aperta al cambiamento
Olivia Levrini e Giulia Tasquier, Didattica e storia della Fisica, Università di Bologna

● Ore 15.50 – Data storytelling e processi partecipativi
Angela Morelli, Information designer, InfoDesingLab

● Ore 16.30 – Seas Italian Local Network, La parola alle scuole
Gli insegnanti del progetto Seas Italia

● Ore 16.45 – Chiusura

Angela Morelli è una information designer, co-fondatrice e CEO di InfoDesignLab, una società di information design che aiuta le aziende e le organizzazioni a trasformare dati complessi in narrazioni significative e in messaggi comprensibili. Che si tratti di sostenibilità, giustizia sociale, istruzione o salute, il suo obiettivo è collaborare con ricercatori e professionisti per creare soluzioni coinvolgenti e per consentire al pubblico di prendere decisioni informate. Ha conseguito un master in information design alla Central St. Martins di Londra, una laurea in ingegneria al Politecnico di Milano e un master in Disegno Industriale alla Scuola Politecnica di Design. È visiting lecturer alla Central St. Martins di Londra e alla School of Architecture and Design di Oslo. Con InfoDisignLab cura la visualizzazione dei dati per l’IPCC, Intergovernmental Panel On Climate Change. È stata membro della giuria per l’International Institute of Information Design Award. Le è stato conferito il Premio ‘Il Monito del Giardino’ nel 2013, consegnato, tra gli altri, al filantropo Paul Poliak, all’etnologia Jane Goodall, allo scienziato Tony Allan e ad individui impegnati a difendere gli ecosistemi del nostro pianeta. Nel 2012, Angela è stata nominata Young Global Leader dal World Economic Forum.

Informazioni e iscrizioni alla pagina dedicata.

Stampa