Dante censurato a scuola, Salvini: “Escluso per il politicamente corretto. ‘Houston abbiamo un problema’”

WhatsApp
Telegram

“L’ultima polemica surreale è della settimana scorsa, in una scuola media di Treviso. Il caso l’ho segnalato anche al ministro Valditara, visto che alcuni genitori di fede islamica hanno detto all’insegnante di non far studiare ai loro figlioli la Divina Commedia perché Dante era razzista e islamofobo. La cosa incredibile non è tanto la richiesta dei genitori, ma che il fatto che il preside lo abbia consentito”.

Così il ministro delle Infrastrutture e vice premier Matteo Salvini intervenendo durante la presentazione del suo libro ‘Controvento. L’Italia che non si arrende’, ieri sera a Milano.

Tu capisci -aggiunge Salvini- che se il poeta più grande del mondo viene escluso nel nome del politicamente corretto, ‘Houston abbiamo un problema’. Tradotto, o l’Europa si ricorda chi siamo e da dove vediamo o l’Europa da qui pochi anni non sarà solo una colonia industriale degli altri Paesi, ma anche una colonia culturale di altri Paesi e io questo non lo accetto”.

In realtà, come sappiamo e da quanto è emerso dall’ispezione del Ministero dell’Istruzione e del Merito, dall’indagine è emersa l’estemporaneità dell’iniziativa della docente non concordata né con il Dirigente scolastico né con il Consiglio di classe e non coerente con la programmazione che la stessa docente ha presentato relativamente alla sua materia.

Quindi si è trattata di un’iniziativa della docente, che adesso dovrà attendere le decisioni dell’USR che ha aperto un apposito procedimento.

WhatsApp
Telegram

“Percorsi abilitanti 30 CFU ai sensi dell’art. 13 del DPCM 04/08/2023”.  Hai tempo solo fino al 27 giugno 2024. Contatta Eurosofia