Danni a scuola durante un’occupazione. Polizia sta identificando gli studenti vandali

Stampa

Gli studenti vandali che hanno danneggiato beni della loro scuola a Pisa, durante un’occupazione stanno per essere identificati.

Con le indagini della polizia si sta stringendo il cerchio attorno a loro e adesso dovranno rispondere dei reati commessi: violenza privata, occupazione abusiva, interruzione di pubblico servizio, danneggiamento..

In alcuni casi esistono già nomi e cognomi; in altri, nonostante il volto mascherato, l’identità è in via di definizione. Il questore di Pisa ha fatto sapere di non avere fretta nel chiudere le indagini a cui molto hanno contribuito le telecamere di videosorveglianza.

Come riferisce il sito Il Tirreno, il questore è rimasto colpito dalle immagini visionate. “Mi è venuto un gruppo alla gola – ha detto – nel vedere alcune situazioni. La mia impressione è che non ci sia la consapevolezza che un bene dello Stato è un bene di tutti”.

Il questore si è detto sorpreso anche dal fatto che all’apparenza sembrano i classici bravi ragazzi e non ci si spiega come si possano divertire nel lanciare un armadio.

“C’è un video, e lo dico anche da genitore – ha aggiunto il questore – che mi ha molto colpito. Si vede uno studente dallo sguardo apparentemente tranquillo che dice agli altri: ‘Guardate come si fa…’ e lancia giù dalle scale un contenitore che si sfascia nell’impatto con il pavimento”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia