Dalle scuole delle Avanguardie educative un “Manifesto della scuola che non si ferma”

Comunicato – Indire è al fianco delle 27 Scuole Polo del Movimento di Avanguardie Educative che oggi hanno dato vita a un Manifesto di valori all’epoca dell’emergenza, denominato “Manifesto della scuola che non si ferma”.

Le scuole del Movimento delle *Avanguardie educative credono in una scuola che si rinnova e non si ferma, anche in condizioni di emergenza, facendo leva sulla forza della condivisione delle idee e del supporto tra scuole.

Alla base c’è l’idea di fare comunità: docenti, dirigenti, personale della scuola, famiglie e studenti. Insieme per affrontare l’emergenza che potrà migliorare e far crescere la scuola in Italia.

Il documento si sviluppa attorno a sei assi portanti: crescita, innovazione, responsabilità, sistema, rete e comunità.

Secondo il Manifesto la scuola è il luogo in cui crescere sani, responsabili, competenti. È un ambiente di apprendimento che facilita la relazione educativa, la condivisione, il piacere di conoscere, la creatività e il benessere. Si cresce tutti, insieme: ragazzi e adulti. Lo scopo è dare risposte precise alle famiglie e agli studenti tramite attività che attingono alla scienza, all’arte, alla letteratura, alla poesia, alla matematica e alla tecnologia.

Il Manifesto è aperto a tutte le scuole che vogliono partecipare e diffondere i valori de #Lascuolanonsiferma

In una nota pubblicata sui loro canali, le 27 scuole dichiarano: «In un momento così delicato, noi dirigenti, docenti, personale delle Scuole Polo di Avanguardie Educative di Indire vogliamo condividere il “Manifesto della scuola che non si ferma”. È una dichiarazione di responsabilità, impegno ed energia positiva che sentiamo di dover disseminare, in una fase difficile per il nostro Paese, stando al fianco del Ministero dell’Istruzione. Vogliamo esserci e dare il massimo, per costruire occasioni di crescita basate su sei parole chiave irrinunciabili, dimostrazione dei valori e della cultura educativa che ci muovono. Vogliamo ribadire con forza che la scuola non si ferma, e che deve agire come comunità educante. Come sistema».

 Manifesto della scuola che non si ferma

*Avanguardie educative è un Movimento nato nel 2014 da un’azione congiunta di Indire e di 22 scuole fondatrici. È aperto a tutte le scuole italiane e conta, ad oggi, 1110 istituti aderenti. La sua mission è di individuare, supportare, diffondere, portare a sistema pratiche e modelli educativi volti a ripensare l’organizzazione della Didattica, del Tempo e dello Spazio del ‘fare scuola’ in una società della conoscenza in continuo divenire

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia