Dall’autovalutazione alla Rendicontazione sociale. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da docente A. Rivelli – Il sistema nazionale di valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione, ha posto gli obiettivi finalizzati al miglioramento del piano dell’offerta formativa e degli apprendimenti e gli obiettivi del D.lgs 286/2004, rafforzare il ruolo degli invalsi e dell’indire e del contingente ispettivo.

L’autovalutazione delle istituzioni scolastiche è incrementata dal valore aggiunto agli invalsi e il supporto di direttori generali USR e dell’indire. Il procedimento di valutazione a decorrere dal 2013 consiste nel valorizzare il ruolo della scuola, nel processo di autovalutazione sulla base di protocolli e scadenze temporali stabilite dalla conferenza. Le azioni sono direttive e finalizzate alle aree di miglioramento organizzativo e gestionale delle istituzioni, le azioni sono riconducibili direttamente al dirigente scolastico.

L’autoanalisi consiste nell’analisi e verifica del proprio servizio sulla base dei dati resi pubblici disponibili dal sistema informativo, sulla rilevazione degli apprendimenti; l’elaborazione di rapporto di autovalutazione è in formato elettronico secondo un quadro di riferimento predisposto dagli invalsi e la formulazione di un quadro di miglioramento.

La valutazione esterna individua la parte degli invalsi da sottoporre a verifica sulla base di indicatori di efficienza e efficacia e secondo i protocolli adottate dalla conferenza; visita dei nuclei un dirigente tecnico e due esperti scelti a caso dall’elenco; la redifinizione dei piani di miglioramento in base agli esiti degli analisi effettuati dai nuclei. Le azioni di miglioramento consistono negli interventi migliorativi con il supporto indire , collaborazioni con le università, enti pubblici associazioni professionali e culturali.

La rendicontazione sociale si concretizza vista l’autoanalisi, la valutazione esterna e le azioni di miglioramento, nella pubblicazione e nella diffusione dei risultati, nella trasparenza e nella condivisione del miglioramento del sevizio con la comunità di appartenenza.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione