Dall’a.s. 2018/19 appello, ingressi in ritardo e uscite anticipate studenti con riconoscimento facciale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ quanto accadrà al Liceo Scientifico “Michelangelo Grigoletti” di Pordenone, scuola che sperimenterà la tecnologia applicata a questo servizio.

Come funzionerà riconoscimento facciale studenti

“Saremo i primi a fare questo tipo di verifiche, distribuendo 1.500 badge “intelligenti” ai nostri liceali – conferma il collaboratore del Dirigente Walter Manzon a IlSecoloXIX – Le due torrette rilevatrici hanno un raggio d’azione a 20 metri. Saranno posizionate agli ingressi. Verrà inserita nella banca dati remota la foto di ogni studente dotato di badge. Non si dovrà nemmeno strisciare il tesserino”. Basterà il riconoscimento del volto.

Vantaggi del sistema

La sicurezza in primis, assicurano dalla scuola, ma anche l’eliminazione delle incombenze legate alle registrazione di assenze, che spesso porta via al docente parecchio tempo.

I genitori saranno informati in tempo reale di assenze, ingressi in ritardo ed eventuali uscite anticipate poichè il sistema è direttamente collegato al registro elettronico.

Il sistema ha un costo – per gli studenti – di circa 5 euro. Ma secondo la Dirigenza questo non sarà un problema, per i vantaggi che porterà in termini di sicurezza e diminuzione delle assenze.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione