Dal bonus premiale alla formazione docenti, passando dalla chiamata diretta: cosa potrà essere contrattato con il nuovo Ministro?

WhatsApp
Telegram

Rimarranno delusi coloro che pensano ad una possibile ed immediata modifica della legge 107 a seguito dell’insediamento del nuovo Governo.

Ciò che nell’immediato potrà essere fatto passerà attraverso la contrattazione tra amministrazione e sindacati su alcune questioni.

Tra l’altro, lo strumento della contrattazione ha ripreso vigore a seguito dell’ultimo accordo tra sindacati e Governo siglato per gli aumenti stipendiali e il rinnovo dei contratti. Vigore che, però, dipenderà dalle modifiche alle Brunetta promesse dal precedente esecutivo.

Cosa potrà modificare lo strumento contrattuale?

Bonus premiale

Si tratta dei 200milioni di euro per i docenti migliori.

Secondo quanto previsto dalla Buona scuola, le regole per premiare i docenti sono decisi dal comitato di valutazione e i premi sono assegnati dal dirigente scolastico.

Una prassi che determina salario accessorio e che aggira la contrattazione sindacale, innescando una battaglia tra Governo e parti sociali che è sfociata anche in contenziosi legali. Con il contratto firmato ieri, il punto di svolta. Il merito dei docenti potrebbe rientrare nella contrattazione d’istituto.

Formazione docenti

Nella legge 107 viene indicata come strutturale e obbligatoria, senza una sistemazione della parte contrattuale dato l’aumento delle ore di impegno dei docenti.

Chiamata diretta

La legge di riforma dà pieni poteri ai dirigenti per quanto riguarda la possibilità di assegnare incarichi triennali ai docenti. Questa estate abbiamo assistito al fallimento del tavolo contrattuale con i sindacati che avevano tentato di arginare la discrezionalità dei DS. Il risultato è stato per molti casi di avvisi con palesi violazioni delle indicazioni ministeriali.

Il ritorno al contratto e la riduzione degli atti unilateriali potrebbe condurre ad un ritorno sull’argomento e ad una arginalizzazione dei poteri dirigenziali.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro