Dal 9 al 17 novembre ecco la nuova edizione di #ioleggoperché. In otto anni oltre 3 milioni di nuovi volumi alle librerie scolastiche

WhatsApp
Telegram

L’Associazione Italiana Editori (AIE) lancia la nona edizione di #ioleggoperché, l’iniziativa sociale che dal 2014 promuove la lettura e il potenziamento delle biblioteche scolastiche in tutta Italia. Dal 9 al 17 novembre 2023, tutti i cittadini saranno chiamati a dare il proprio contributo donando uno o più libri alle scuole.

In otto anni, grazie a #ioleggoperché, le biblioteche scolastiche si sono arricchite di oltre 3 milioni di nuovi volumi. Un risultato straordinario, reso possibile anche grazie al sostegno del Ministero della Cultura attraverso il Centro per il libro e la lettura, del Ministero dell’Istruzione e del Merito, dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), dell’Associazione Librai Italiani (ALI), del Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL) e della Fondazione Cariplo.

“#ioleggoperché continua a crescere anno dopo anno grazie al sostegno di istituzioni, scuole, librerie e media, ma soprattutto di tutti gli italiani”, ha sottolineato Innocenzo Cipolletta, presidente di AIE. “Partecipare, donando uno o più libri alle biblioteche scolastiche, è un gesto semplice ma dal grande valore sociale: un piccolo passo per coinvolgere i cittadini di domani e farli appassionare ai libri e alla lettura.”

A partire dal 17 giugno, scuole e librerie potranno iscriversi sulla piattaforma www.ioleggoperche.it e gemellare le proprie attività. In questo modo, dal 9 al 17 novembre, i cittadini potranno donare i libri direttamente alla scuola di cui hanno bisogno. Al termine della campagna, AIE contribuirà con una donazione di 100.000 libri suddivisi tra le scuole partecipanti.

“Leggere è un nutrimento spirituale, un’attività che arricchisce l’anima e amplia i nostri orizzonti”, ha affermato il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano. “Grazie a iniziative come #ioleggoperché, moltissimi italiani hanno contribuito a incrementare e rinnovare il patrimonio librario delle scuole, un gesto dal grande valore sociale.”

Anche il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa: “I libri hanno una forte valenza formativa per i giovani: inducono a fermarsi, a ragionare, a darsi tempo per confrontarsi con le parole, con gli altri, e in definitiva con sé stessi. Ecco perché il libro resta insostituibile ‘strumento’ per la crescita dei nostri ragazzi.”

Inoltre, grazie alla collaborazione con Fondazione Cariplo, torna per il terzo anno #ioleggoperchéLab-Nidi, l’iniziativa dedicata ai bambini della fascia 0-3 anni. Quest’anno saranno 350 i nidi invitati a partecipare, selezionati nei contesti fragili della Lombardia e delle province piemontesi di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri