Dal 7 ottobre in aumento nelle scuole atti di razzismo e antisemitismo. Succede in Francia

WhatsApp
Telegram

Dal 7 ottobre, data della strage di Hamas in Israele, si è registrato un aumento degli atti di razzismo e antisemitismo nelle scuole francesi. Una drammatica novità è rappresentata dall’inclusione dei bambini delle elementari tra le vittime di offese, minacce e bullismo di stampo razzista e antisemita. Questo fenomeno colpisce principalmente gli studenti ebrei, ma sono in crescita anche i comportamenti razzisti contro gli studenti musulmani.

Il quotidiano Le Monde ha dedicato la prima pagina al fenomeno, definendolo un “flagello” che ha visto una crescita costante negli ultimi anni. Yonathan Arfi, presidente del Crif (Consiglio rappresentativo delle istituzioni ebraiche di Francia), ha dichiarato che questo fenomeno ha subito una brusca accelerazione di recente. Insulti, battute offensive e barzellette che infrangono ogni tabù sono diventati comuni, con riferimenti all’Olocausto e caratteristiche etniche degli ebrei. Secondo una dirigente della Licra (Lega internazionale contro il razzismo e l’antisemitismo), anche il saluto nazista non è più un tabù.

Nonostante in numero minore, sono in crescita anche le denunce di atti razzisti contro i musulmani. Alcuni studenti che hanno espresso opposizione alla guerra a Gaza sono stati insultati con termini come “terroristi” e “antisemiti”.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri