Dal 2021 scuole del Sud aperte il pomeriggio, a dirlo il ministro Provenzano

Dal prossimo anno al Sud scuole aperte il pomeriggio. Lo ha detto il ministro per il Sud e la Coesione territoriale Giuseppe Provenzano a Mezz’ora in Più su Rai 3.

In attesa di estendere il tempo pieno in tutte le scuole meridionali, vogliamo aprire le scuole il pomeriggio, estendendo alcuni progetti europei – che in alcuni territori già funzionano – per attività extracurriculari e questo avverrà già dal prossimo anno scolastico. Ho poi incontrato le Sardine ed è passata una loro proposta sull’Erasmus. Inoltre bisogna liberare il potenziale delle donne anche sul fronte del lavoro. Vogliamo accompagnare con un incentivo all’assunzione delle donne, che sia di almeno 3 anni, per incentivare veramente l’occupazione femminile“.

La vera sfida del Piano per il Sud – ha proseguito il ministro – non è stanziare le risorse ma spenderle e spenderle bene. Per questo puntiamo ad un nuovo metodo: capire su cosa puntare, iniziando dai giovani e dall’istruzione. Questo piano è il frutto di un lavoro condiviso del Governo – ringrazio molto il premier Conte – non è un frutto della mia mente. La vera novità di questo Piano è nel metodo: abbiamo rafforzato il presidio centrale ma lo mettiamo a servizio degli enti locali“.

Il Piano per il Sud, si ricorda, prevede: 123 miliardi in 10 anni, di cui 33 per le infrastrutture e 21 miliardi per il prossimo triennio. “L’idea di fondo è che il ud non è una causa persa. Abbiamo presentato questo piano in una
scuola tecnica che il preside ha fatto diventare un modello d’eccellenza a Gioia Tauro. Per me è giusto mettere le giovani generazioni al servizio della cosa pubblica“, ha concluso Provenzano.

Conte, Provenzano e Azzolina presentano il Piano per il Sud: al centro i giovani e la scuola

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”