Dal 2016 immissioni in ruolo nella scuola solo per concorso pubblico

Stampa

"Via la babele di graduatorie che sembravano accontentare tutti, ma non accontentavano nessuno" dice il Ministro Giannini alla festa del PD sulla scuola oggi 22 febbraio.

"Via la babele di graduatorie che sembravano accontentare tutti, ma non accontentavano nessuno" dice il Ministro Giannini alla festa del PD sulla scuola oggi 22 febbraio.

Fine del precariato scolastico, è quanto annuncia il Ministro nel suo intervento di apertura alla festa del PD.

"Col decreto 'La buona scuola' vogliamo portare la scuola dal '900 al terzo millennio – ha aggiunto Giannini – . A giorni un decreto legislativo darà corpo ad un lavoro intensissimo"

Un nodo importante sarà il piano di assunzioni, sul quale ci sono ancora molti nodi irrisolti. Ne abbiamo parlato Immissioni in ruolo. Sole24Ore: graduatorie ad esaurimento svuotate secondo necessità. Organico funzionale: 5 insegnanti in più a infanzia e primaria, 2 per le secondarie

Ma soprattutto arriva la conferma del concorso. Dal 2016 si entrerà a scuola solo per concorso pubblico.

L'incertezza, su questo versante, è ancora legata, ai requisiti per coloro che non hanno il titolo di abilitazione Concorso a cattedra 2015: anche i non abilitati potranno partecipare?

Sembrebbe invece prendere piedi l'ipotesi di poter attribuire al servizio svolto da supplente un particolare punteggio.

I posti da assegnare, dal 1° settembre 2016, dovrebbero essere circa 40mila.

Una grandiosa operazione che, secondo le intenzioni dell'attuale Governo dovrebbe dare all'Italia una nuovo progetto educativo.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur