Dichiarazione dei redditi, quali voci sono presenti nel 730 precompilato. Cedan: assistenza per modifica o invio

di redazione

item-thumbnail

comunicato CEDAN – Il modello 730 precompilato è già disponibile dal 16 aprile in consultazione sul sito dell’Agenzia delle Entrate, ma dal 2 maggio si può modificare e inviare; la data di scadenza per la trasmissione è il 23 luglio.

Anche il modello Redditi può essere modificato dal 2 maggio, ma potrà essere trasmesso dal 10 maggio al 31 ottobre (ex Unico).

Il modello 730 precompilato è già disponibile sul sito dell’Agenzia Entrate per i contribuenti che nel 2017 erano titolari di redditi di lavoro dipendente o assimilati o di pensione, per i quali il sostituto d’imposta abbia trasmesso la Certificazione Unica entro il 7 marzo e abbia presentato per l’anno 2016 il 730 o il modello Redditi PF (ex Unico). Il 730 precompilato viene predisposto sul sito dell’Agenzia Entrate anche per chi ha presentato lo scorso anno il 730 e/o il modello Redditi PF con i soli quadri RW (beni all’estero), RM o RT.

Negli anni, il modello precompilato della dichiarazione dei redditi si è arricchito di un numero sempre maggiore di dati inseriti al suo interno.

Nella dichiarazione precompilata per i redditi 2017 sono contemplate le seguenti voci:

  1. le spese sanitarie e relativi rimborsi;
  2. le spese veterinarie;
  3. gli interessi passivi sui mutui in corso;
  4. i premi assicurativi;
  5. i contributi previdenziali e assistenziali;
  6. i contributi versati per lavoratori domestici;
  7. le spese universitarie e relativi rimborsi;
  8. le spese funebri;
  9. i contributi versati alla previdenza complementare;
  10. i bonifici riguardanti le spese per interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici;
  11. le spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di risparmio energetico su parti comuni condominiali;
  12. i contributi versati a enti o casse aventi fine assistenziale;
  13. spese per la frequenza degli asili nido e relativi rimborsi;
  14. i contributi detraibili versati alle società di mutuo soccorso;
  15. è facoltativo comunicare le erogazioni liberali effettuate alle Onlus, alle associazioni di promozione sociale, alle fondazioni e associazioni riconosciute aventi per scopo statutario la tutela, la promozione e la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico e alle fondazioni e associazioni aventi per scopo statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica.

Per informazioni, contatta la sede Cedan più vicina a te e visita il nostro sito! Per contattare la sede nazionale scrivi un’e-mail all’indirizzo [email protected] e contatta il numero 091 7098356.

Versione stampabile
Argomenti: