DaD solo in casi eccezionali, ecco quando. Ma sempre garantite alcune attività in presenza. INDICAZIONI

Stampa

La scuola quest’anno sarà in presenza, anche se sono stati individuate casistiche in cui sarà possibile ricorrere alla didattica a distanza, pur garantendo alcune attività in presenza

Il riferimento normativo è l’articolo 1 , comma 1 del DL n. 111 del 2021, citato dal protocollo di sicurezza sottoscritto tra Ministero e sindacati.

Quando si potrà ricorrere alla DAD

Secondo la norma citata, i Presidenti delle regioni e delle province autonome di Trento e Bolzano e i Sindaci, possono ricorrere alla DAD, per specifiche aree del territorio o per singoli istituti, esclusivamente in zona rossa o arancione e in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o di sue varianti nella popolazione scolastica.

Dad sì, ma garantire alcune attività

Anche laddove sia adottata la DAD, resterà sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.”

DaD per studenti in quarantena

La Didattica a distanza sarà garantita per quegli studenti che, a causa di quarantena dovuta al COVID, saranno costretti a casa. La DAD non si potrà applicare nei casi di malattia non legata al COVID

Rientro a scuola: green pass per docenti e Ata, mascherina, distanziamento, aerazione, orari scaglionati: le info utili [LO SPECIALE]

Stampa

Eurosofia avvia il nuovo ciclo formativo: “Coding e pensiero computazionale per la scuola del primo ciclo”