Dad non vaccinati, in presenza chi è esentato da vaccinazione. Necessaria richiesta genitori per studenti minorenni

WhatsApp
Telegram

Dal 7 febbraio si applicano le nuove regole per la scuola disposte dal decreto legge n. 5/2022. Il decreto mette un freno alla didattica a distanza: di fatto faranno lezioni da remoto soltanto gli alunni non vaccinati, con l’eccezione della provincia autonoma di Bolzano che ha previsto lezioni in presenza a chi si sottopone a screening ed è negativo.

Possono rimanere in presenza, oltre agli alunni vaccinati e guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario, i vaccinati con dose di richiamo, gli esenti dalla vaccinazione.

Per questi ultimi è necessario che i genitori facciano richiesta. Se lo studente è maggiorenne può richiedere egli stesso la didattica in presenza.

L’approfondimento dal vademecum del ministero:

Quando è prevista la Dad

La didattica a distanza per non vaccinati è prevista dal quinto caso di positività alla primaria, dal secondo caso alle medie e alle superiori.

Scuola primaria:

Con cinque o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di 120 giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario, oppure di avere effettuato la dose di richiamo ove prevista, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti e degli alunni di età superiore ai sei anni fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con l’ultimo soggetto confermato positivo al COVID-19.

Per coloro che posseggano un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti e degli alunni di età superiore ai sei anni fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con l’ultimo soggetto confermato al COVID-19 su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale.

Per gli altri alunni si applica la didattica digitale integrata per la durata di cinque giorni.

Secondaria di primo e secondo grado:

Con due o più casi di positività accertati tra gli alunni presenti in classe, per coloro che diano dimostrazione di avere concluso il ciclo vaccinale primario o di essere guariti da meno di 120 giorni o dopo aver completato il ciclo vaccinale primario, oppure di avere effettuato la dose di richiamo, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo di dispositivi di protezione
delle vie respiratorie di tipo FFP2 da parte dei docenti e degli alunni fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo
contatto con l’ultimo soggetto confermato positivo al COVID-19.

Per coloro che posseggano un’idonea certificazione di esenzione dalla vaccinazione, l’attività didattica prosegue in presenza con l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto con l’ultimo soggetto confermato positivo al COVID-19, su richiesta di coloro che esercitano la responsabilità genitoriale per i minori e degli alunni direttamente interessati se maggiorenni.

Per gli altri alunni si applica la didattica digitale integrata per la durata di cinque giorni.

DECRETO IN GAZZETTA UFFICIALE

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur