Dad al sabato contro il caro energia? Genitori si oppongono: “Inimmaginabile, faremo sentire la nostra opposizione”

WhatsApp
Telegram

Non possono essere, ancora una volta, i ragazzi a pagare i costi di una crisi. Nè è convinta la presidente nazionale del’Coordinamento Genitori Democratici, Angela Nava, che, commentando con l’Adnkronos l’ipotesi della settimana corta o della Dad al sabato per far fronte ai problemi energetici di questo inverno, annuncia “una forte opposizione da parte dei genitori a qualsiasi ipotesi di tagli alla scuola”.

Viste le affermazioni sull’importanza della scuola in presenza e della sua rilevanza strategica per il Paese, “davamo per scontato che almeno gli ospedali e le scuole dovessero essere terreno vergine su cui era inimmaginabile fare tagli, riproporre la dad il sabato per tutti i nostri studenti, non accompagnata da investimenti sull’innovazione tecnologica e didattica è una proposta da rimandare al mittente”.

“I nostri ragazzi – ribadisce Nava – non possono pagare in nome di una settimana corta i prezzi di un tempo scuola e di apprendimento ridotti dopo due anni di ‘esperimenti’ sulla pelle dei minori. Giù le mani dalla scuola, sono altri i settori su cui tagliare. I genitori – avverte – faranno sentire forte la loro voce oppositiva a qualsiasi manovra di tagli sulla scuola italiana”.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023: requisiti di accesso e corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, offerta in scadenza