Da professore universitario a content creator di successo, la storia di Paolo Coletti: “Fare lo youtuber di finanza è palesemente più conveniente”

WhatsApp
Telegram

Paolo Coletti, 54 anni, è un esempio di come l’età non sia un limite per diventare un content creator di successo. Originario di Bolzano, ma residente a Trento dal 1988, Coletti è stato prima professore a contratto e poi ricercatore di informatica computazionale presso l’Università di Bolzano.

Nel 2020, ha aperto un canale YouTube inizialmente per caricare le lezioni per gli studenti, ma ben presto ha iniziato a produrre contenuti divulgativi sulla finanza, argomento di suo interesse personale e professionale.

La svolta è arrivata nel 2023, quando Coletti ha iniziato a realizzare video di quasi un’ora in cui programmava, faceva calcoli e analisi di dati finanziari applicati a casi pratici. Il primo video di successo, in cui calcolava quanti soldi servono per smettere di lavorare e vivere di rendita, ha attirato un pubblico fedele e competente, facendogli capire che YouTube poteva diventare una professione.

Il segreto del successo di Coletti risiede nell’unicità dei suoi contenuti, che spaziano dalla divulgazione di base alla programmazione e simulazioni, offrendo un’esperienza che non si trova su altri canali. Questa originalità gli ha permesso di farsi conoscere anche presso altri youtuber, contribuendo alla sua crescente popolarità.

Attualmente, il canale di Coletti è vicino ai 70.000 iscritti, e ogni suo video ottiene decine o centinaia di migliaia di visualizzazioni. Nonostante il successo, conciliare il lavoro di content creator con quello di ricercatore universitario non è semplice, poiché ai dipendenti pubblici in Italia è vietato aprire una partita IVA.

Per questo motivo, Coletti ha deciso di non rinnovare il suo contratto con l’università alla scadenza del maggio 2026, dedicandosi a tempo pieno all’attività di youtuber. Questa scelta, maturata nel 2023, gli permetterà non solo di trarre maggiori soddisfazioni finanziarie, ma anche di gestire meglio il suo tempo e ridurre i ritmi lavorativi a un’età in cui è opportuno rallentare.

WhatsApp
Telegram

Prova orale concorso docenti secondaria 1° e 2° grado: come affrontarla in maniera efficace. III edizione, con esempi e UdA