Da Pittoni a Ricolfi: quattro nomi per il nuovo ministro dell’Istruzione

WhatsApp
Telegram

L’Italia svolta a destra. Fratelli d’Italia è il primo partito, con oltre il 25% dei voti. Il centrodestra ottiene una maggioranza netta (intorno al 44%) nel nuovo Parlamento. Il centrosinistra si ferma il 26,6% dei voti. C’è attesa, dunque, per capire chi formerà il nuovo governo. In un ipotetico governo con Giorgia Meloni premier, c’è curiosità per capire che potrebbe diventare il nuovo ministro dell’Istruzione.

Chi al posto di Patrizio Bianchi?

Emergono i primi nomi più o meno fantasiosi: in lizza, per ogni partito, un candidato. C’è Marcello Pera, un passato a Forza Italia ed ex presidente del Senato, ora candidato con Fratelli d’Italia, poi Mario Pittoni, attuale responsabile Istruzione della Lega e vice presidente della Commissione Istruzione al Senato.

Chance anche, in chiave Forza Italia, per Licia Ronzulli, ex eurodeputato, attuale deputata forzista. Infine c’è anche ipotesi “tecnica” con Luca Ricolfi che potrebbe prendere il posto di Patrizio Bianchi a Viale Trastevere.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur