Da novembre 8.000 amministrativi e collaboratori scolastici in più, Anief chiede di aumentarli e confermarli per tre anni: i motivi del presidente Marcello Pacifico

WhatsApp
Telegram

Il personale amministrativo e i collaboratori scolastici che le scuole dovrebbero avere in più dal prossimo primo novembre sono appena uno per istituto e solo per due mesi: con la Legge di Bilancio 2024 dovranno essere aumentati e i contratti estesi sino alla fine dei Programma nazionale di ripresa e resilienza.

Lo ha detto oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief: intervistato dall’emittente radiofonica Italia Stampa, il sindacalista autonomo ha spiegato perché 8.000 Ata in più sono pochi e assunti per un tempo insufficiente per rispondere alle esigenze. I lavoratori dell’organico maggiorato dovrebbero prendere servizio dai primi di novembre al 23 dicembre prossimi.

“Con i 50 milioni stanziati dal Governo – dice Marcello Pacifico – si pensa che potranno le scuole avere questo personale a partire dal primo novembre, ma i finanziamenti per ora coprono solo due mesi, quindi fino a dicembre 2023. Il nostro sindacato ha chiesto di finanziare il progetto per tutta la durata del Pnrr, per il triennio successivo, attraverso la prossima Legge di Bilancio. In questo momento l’unica certezza che almeno ogni scuola avrà un’unità in più di personale: si sta cercando di arrivare a potenziare le scuole medie e grandi di un’unità in più. Le trattative sono ancora aperte”, conclude il leader dell’Anief.

Per questi motivi, il professore Marcello Pacifico ha chiesto all’amministrazione la quantificazione dell’organico Covid di due anni fa dei collaboratori scolastici e ha fatto altresì presente che con queste risorse può essere assunta una unità per scuola, organico di per sé insufficiente. Ha sottolineato, inoltre, sottolineato all’amministrazione di chiedere al MEF di riconsiderare queste risorse e di avere un orizzonte più ampio per finanziare il periodo del PNRR che è di circa tre anni, al fine di prolungare tali contratti al 30 giugno 2024 anziché al 23 dicembre 2023 in quanto il PNRR non cessa di esistere a dicembre 2023. Nei prossimi mesi, il sindacato Anief si batterà affinché siano stanziati almeno 300 milioni in legge di bilancio per avere almeno 18 mila unità di personale al netto di ricorse aggiuntive anche per il personale insegnante.

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni