Cyberbullismo, nomina referente e lezioni a studenti. Cosa devono fare le scuole ad inizio anno. La nostra Guida

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pubblicata in G.U. ufficiale la legge n. 71/2017 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo.”

La legge investe la scuola di nuove responsabilità, attribuendo all’amministrazione scolastica, nelle sue varie articolazioni (Miur, USR, Scuole), specifici compiti.

La scuola, ad esempio, deve nominare un referente e promuovere l’educazione all’uso consapevole della rete internet e l’educazione ai diritti e ai doveri legati all’utilizzo delle tecnologie informatiche.

Per approfondire l’argomento leggi la nostra Guida .

Attendiamo, adesso, Linee di orientamento, che il Miur deve adottare entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge (18 giugno 2017) e che forniranno indicazioni relative ai seguenti aspetti:

  • formazione del personale scolastico, prevedendo la partecipazione di un proprio referente per ogni autonomia scolastica;
  • promozione di un ruolo attivo degli studenti, nonché di ex studenti che abbiano già operato all’interno dell’istituto scolastico in attività di peer education, nella prevenzione e nel contrasto del cyberbullismo nellescuole;
  • previsione di misure di sostegno e rieducazione dei minori coinvolti;
  • un efficace sistema di governance diretto dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

legge n. 71/2017

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione