Cuzzupi (Ugl Scuola): “Ripristinare la cultura del rispetto in ambito scolastico”

WhatsApp
Telegram

“L’Istituzione scolastica, dopo la famiglia, rappresenta la più importante fucina formativa che la nostra società mette a disposizione delle giovani leve e, pertanto, occorre che l’ambito nel quale si svolge sia sano e con una piena legittimazione di ruoli e responsabilità. La scuola è un luogo di apprendimento, ma deve anche essere un luogo di educazione”.

Così Ornella Cuzzupi, Segretario Nazionale UGL Scuola, in audizione al Senato, in merito all’esame del Disegno di Legge n° 924-bis, che prevede la revisione della disciplina in materia di valutazione del comportamento delle studentesse e degli studenti.

“Apprezziamo, pertanto, lo sforzo racchiuso nelle disposizioni del Disegno di Legge sulla valutazione del comportamento degli studenti, così come riteniamo assolutamente fondato il concetto di rendere correlata la valutazione tra profitto e comportamento, elementi che non possono camminare su binari disgiunti. Gli interventi previsti dal Disegno di Legge in esame, sono condivisibili nello sviluppo indicato. Proprio per ripristinare la cultura del rispetto, affermare l’autorevolezza dei docenti e restituire la piena serenità al contesto lavorativo del personale scolastico tutto, risulterebbe opportuno che il Ministero dell’Istruzione e del Merito si faccia promotore di specifiche azioni affinché i dirigenti scolastici siano messi in condizione di coadiuvare e sostenere sempre più attivamente i docenti e gli ATA. Questo al fine di rendere univoca la voce dell’istituzione scolastica e far sì che la valutazione del comportamento degli studenti sia quanto più omogenea e corretta possibile”. 

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri