Curriculum dello studente, Floridia: “Va rimodulato, no all’inserimento delle attività a pagamento”

WhatsApp
Telegram

“È opportuno fare chiarezza su un punto: il Cv studente non fa punteggio in alcun modo. Trovo ad ogni modo corretto che si vada verso una rimodulazione di questo strumento, a patto che in esso possano essere inserite esclusivamente le attività messe a disposizione dagli istituti scolastici, e liberamente fruibili da parte degli studenti”.

Così all’Adnkronos la sottosegretaria all’Istruzione, Barbara Floridia, intervenendo sul dibattito innescatosi sul cv studente di seguito ad un articolo sul Corriere della Sera di Ernesto Galli della Loggia e al recente intervento delpresidente della Corte Costituzionale, Giancarlo Coraggio a margine della conferenza stampa per la presentazione annuale dell’attività della Corte.

Floridia ha sottolineato: “Non possiamo invece consentire l’ingresso di attività svolte privatamente e dunque a pagamento, perché questo rappresenterebbe una discriminazione verso chi non può permetterselo. Ovviamente poi, per ciò che attiene il proprio curriculum privato, quello da spendere per la ricerca di occupazione, ciascuno sarà libero di inserire ogni attività abbia svolto”.

Curriculum dello studente, quali attività deve svolgere la scuola? FAQ

Quali attività deve svolgere la scuola?

Per l’a.s. 2020/21 saranno interessate le classi finali del percorso di studio (classi V o IV per quadriennali).

Nell’anno scolastico 2020/21 le scuole svolgono le seguenti operazioni:

  • abilitazione dei docenti e degli studenti
  • consolidamento pre-esame
  • consolidamento post-esame

Il consolidamento pre-esame viene eseguito sull’intero documento prima dello svolgimento dell’esame di Stato, per mettere il documento a disposizione delle Commissioni d’esame completo in tutte le parti compilate, compresa l’informazione relativa al credito scolastico.

Prima di consolidare il Curriculum, le scuole visualizzano le informazioni pre-caricate ed eventualmente le integrano.

Concluso l’esame di Stato, le scuole devono consolidare definitivamente il Curriculum, dopo aver verificato la presenza dell’esito conseguito e dopo averlo collegato in maniera univoca al diploma tramite il riferimento al numero identificativo di quest’ultimo.

Il Curriculum consolidato viene messo a disposizione degli studenti all’interno della piattaforma Curriculum dello studente assieme al Supplemento Europass al Certificato.

Nel caso in cui non siano presenti informazioni, è necessario integrarle nei sistemi informativi del Ministero dell’Istruzione che alimentano il Curriculum.

Per ulteriori indicazioni è possibile consultare la guida rapida “I sistemi che alimentano il Curriculum dello studente”.

Una volta effettuato il consolidamento pre- esame, il Curriculum è messo direttamente a disposizione della Commissione all’interno dell’applicativo “Commissione Web”.

Nel caso la Commissione sia impossibilitata ad utilizzare “Commissione Web” il Curriculum va messo a disposizione in formato digitale nelle modalità ritenute più opportune.

Per creare una versione digitale del Curriculum bisogna entrare nella funzione “Consolidamento per singolo studente” e cliccare sul pulsante “Genera Curriculum”. Viene creata una versione in pdf del Curriculum.

Il Curriculum viene collegato in maniera univoca al diploma tramite il riferimento al numero identificativo di quest’ultimo.

Tale collegamento avviene prima del consolidamento post-esame, tramite l’inserimento del numero identificativo del diploma nell’area SIDI Alunni- Gestione alunni – Esami di Stato – Adempimenti finali.

Sul frontespizio del Curriculum, una volta effettuato il consolidamento post-esame, compare la dicitura “Allegato al diploma n.” seguito dal numero univoco di collegamento.

Una volta effettuato il consolidamento post- esame, il Curriculum viene messo a disposizione dello studente diplomato direttamente nella piattaforma Curriculum dello studente.

Non è necessaria alcun’altra azione a carico delle segreterie.

Assieme al diploma e al Curriculum dello studente, le istituzioni scolastiche rilasciano, ai sensi della normativa U.E., anche il Supplemento Europass al certificato, che ripropone, in un modello standard per tutti i Paesi dell’U.E. redatto in lingua italiana e in lingua inglese, informazioni in parte già presenti nella sezione “Titolo di studio” del Curriculum.

A seguito del consolidamento post-esame anche il Supplemento Europass viene collegato in maniera univoca al diploma tramite il riferimento al numero identificativo di quest’ultimo ed è messo a disposizione degli studenti diplomati all’interno della piattaforma Curriculum dello studentesenza più la necessità di procedere, come negli anni precedenti, alla stampa e alla consegna del documento assieme al diploma.

Curriculum dello studente, l’allarme della Corte Costituzionale: “Rischia di favorire i più ricchi”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur