Cura Italia, restituzione dei fondi non utilizzati per la didattica digitale: indicazioni per le scuole

Stampa

Con la nota 33730 del 24 novembre, il Ministero dell’Istruzione fornisce indicazioni alle scuole per la restituzione delle risorse assegnate nel mese di aprile scorso, in attuazione del decreto ministeriale n. 187 del 26 marzo, qualora non siano state totalmente utilizzate entro il 20 novembre.

Si tratta delle risorse previste dal Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (“Cura Italia”), il primo decreto contenente misure per far fronte all’emergenza Covid-19, con lo stanziamento di 85 milioni di euro utilizzabili per l’acquisto di piattaforme digitali necessarie per attivare la didattica a distanza, per fornire agli studenti dispositivi e connessioni e per la formazione del personale docente.

NOTA N.33370

Successivamente il Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34 ha previsto la restituzione al bilancio dello Stato delle risorse eventualmente non utilizzate, fissando a tal fine una scadenza al 20 dicembre 2020, termine che, come sottolinea la nota del Ministero, “ha natura perentoria, atteso che eventuali ritardi od omissioni possono comportare l’insorgere di responsabilità amministrativo-contabile”.

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 160€!