Graduatorie di istituto, Vacca M5S: Lega gioca con fake news, siamo al lavoro per riapertura. Emendamento sarà nel DL scuola.

Stampa

E’ scontro tra Lega e Movimento 5 stelle sulla riapertura delle graduatorie di Istituto e il loro aggiornamento.

“Il deputato leghista Sasso ha voluto offrire il proprio contributo ad alimentare la macchina delle fake news delle quali il suo partito ha il primato nazionale, affermando che il suo ordine del giorno sulle graduatorie scolastiche sia stato respinto oggi in Aula alla Camera.

La verità – riscontrabile dai verbali stenografici agli atti della Camera – è che il ministero dell’Istruzione ha dato parere favorevole con riformulazione. Sasso ha rifiutato la riformulazione e chiesto che l’ordine del giorno fosse messo in votazione, ottenendo una inevitabile bocciatura con l’obiettivo poi di fare il martire sui social.

Come già ribadito, la nostra attenzione al tema delle graduatorie è massima e stiamo lavorando alla risoluzione del problema in sede di esame del decreto Scuola, al Senato, dove faremo fronte alla sopraggiunta impossibilità di aggiornarle anticipando l’apertura delle graduatorie provinciali che abbiamo introdotto lo scorso dicembre con il decreto Istruzione”. Così il capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera in commissione Cultura Gianluca Vacca.

In una nota, i portavoce del MoVimento 5 Stelle in commissione Cultura a Montecitorio: “Dopo aver impedito con l’ostruzionismo di approvare importanti emendamenti al Cura Italia, ora la Lega prova a strumentalizzare il tema della riapertura delle graduatorie scolastiche.”

“Ma le chiacchiere anche in questo caso non corrispondono alla realtà: come abbiamo già ribadito più volte, siamo al lavoro con i colleghi del Senato per approvare un emendamento al decreto Scuola che anticipi l’apertura delle graduatorie provinciali, in modo da rispondere alla legittima esigenza dei docenti precari e dei neolaureati che volessero iscriversi già quest’anno”.
“Questa è una battaglia storica del MoVimento 5 Stelle che non abbiamo assolutamente intenzione di mollare: la norma sulla trasformazione delle graduatorie di istituto in graduatorie provinciali l’abbiamo voluta all’interno del decreto Istruzione approvato a dicembre scorso. Ora, data la situazione di emergenza, siamo impegnati a trovare in Parlamento lo strumento legislativo adatto per affrontare la questione. Noi andiamo avanti determinati lungo questa strada per portare a casa risultati concreti: altri, a quanto pare, si accontentano della propaganda strumentalizzando la vita delle persone”, concludono i deputati.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata